Bruno Senna, intervista dopo il debutto in F1

Intervista a Bruno Senna dopo la sua prima esperienza in Formula 1 con la Honda

da , il

    Grazie all’ottimo test svolto con la Honda in quel di Barcellona, Bruno Senna vede crescere le chance di trovare un sedile in Formula 1 per la prossima stagione. Per capire meglio il suo momento magico, riportiamo un’intervista rilasciata dal 25enne di San Paolo sul sito ufficiale della F1, subito dopo il suo debutto con una vettura della massima competizione motoristica.

    IL DEBUTTO. “E’ stato fantastico e molto divertente. Un’esperienza diversa da tutte quelle fatte prima d’ora perché la vettura è un grosso passo avanti rispetto alla GP2 in termini di cambio, motore, aerodinamica… insomma, tutto! E’ difficile spiegare cosa ci voglia per adattarsi a queste macchine perché quello che ti aspetti da loro è molto diverso. Purtroppo non posso dire che è stato un debutto eccellente perché avevo molta pressone addosso. Ma il team mi ha chiesto solo di trovare il giusto feeling con vettura e squadra. Ed è questo ciò che ho fatto. Sebbene il sedile ancora non mi vada alla perfezione posso dire che è stata un’esperienza veramente speciale”.

    IL PROGRAMMA. “Non avevo compiti particolari. Tutto ciò ciò che dovevo fare era prendere confidenza con la macchina. Ci sono procedura da seguire e molti manettini. All’inizio è stato piuttosto complicato lavorarci assieme ma successivamente mi sono sorpreso di come mi venisse facile. In qualche modo, una volta dentro la macchina sono riuscito a trovare tutto ciò che cercavo ed a sapere quando e perché usarlo. In pista ho lavorato sul bilanciamento e sul carico aerodinamico del 2009 oltre che sulle gomme slick”.

    I PROGRESSI. “Sono partito piano, è vero. Con il passare dei giri, però, ho avuto sempre più confidenza nella vettura grazie anche al corretto lavoro degli pneumatici. Ho anche commesso degli errori nel tentativo di scoprire il limite ma credo che, per un debuttante come me, sia decisamente ammissibile. In generale posso dirmi soddisfatto perché, pur essendo nuovo in Formula 1, sono riuscito a non sfigurare al cospetto degli altri colleghi ed in me vedo ampi margini di miglioramento”.

    ZIO AYRTON. “E’ un qualcosa di speciale per me esser riuscito a far tornare il nome Senna in Formula 1. So che sono appena all’inizio, ma posso già dire che se riuscirò ad avere successo qui, sarà per me un qualcosa di ancor più speciale. Fortunatamente non temo il confronto con zio Ayrton. Io sono Bruno, ho la mia carriera ed il mio lavoro da fare. E nessuno si aspetta che io sia come lui.”

    VIDEO. Per i nostalgici, riportiamo un video relativo ai primi test di Ayrton Senna in Formula 1. Anno 1983.