Calendario Formula 1 2013: tutte le date

da , il

    AP/LaPresse

    Il Gran Premio di Germania 2013 si svolgerà regolarmente e manterrà la sua sede originaria. E’ questa la notizia che rimbalza dalla Germania, dove i media tedeschi – Allgemeine Zeitung e Rhein Zeitung – annunciano il raggiungimento di un accordo tra Ecclestone e i proprietari del Nurburgring, in gravi difficoltà economiche.

    La gara andrà in scena il 7 luglio, come da calendario, anche se non sono ancora noti i dettagli e le condizioni che hanno portato a una soluzione positiva della querelle, attesi in una conferenza stampa nella giornata odierna. La notizia riportata dai giornali gode dell’ufficialità di fonti governative, mentre la portavoce della regione in cui si trova il circuito del Nurburgring ha commentato: «E’ una buona notizia». Guarda anche:

    La trattativa dei giorni scorsi

    Il rischio concreto che il mondiale 2013 si disputi su 18 gare in teoria esiste. Il calendario di F1 2013 al momento ha una casella ancora da riempire, quella del 21 luglio, ma non è l’unica grana per Ecclestone. L’altra si chiama Nurburgring e Gran Premio di Germania, programmato per il 7 luglio. Si sarebbe dovuto correre sul tracciato all’ombra della Nordschleife quest’anno, ma le difficoltà finanziarie della proprietà hanno messo in serio dubbio la possibilità di ospitare la gara, che potrebbe passare a Hockenheim.

    Soluzione non priva di ostacoli quest’ultima, prevalentemente di tipo politico. E Bernie Ecclestone è pronto a cambiare denominazione pur di non perdere il gran premio in terra tedesca.

    «Abbiamo detto [agli organizzatori del Nurburgring] che non chiameremo la gara GP di Germania, possiamo chiamarla Gran Premio d’Europa». Tutto ciò per scavalcare le resistenze dell’AvD (Automobil club tedesco), inflessibile sullo spostamento del gran premio a Hockenheim, proprietà dell’Adac, altra associazione nazionale contrapposta all’AvD. «Stiamo facendo del nostro meglio per risolvere la questione. E’ tutto un po’ confuso, al momento la gara è sullo stato di on-off, on-off. Si tratta di questioni politiche, con gruppi contrapposti e in lotta».

    Poche settimane fa lo stesso Ecclestone aveva sancito il time-out per il Nurburgring, scartando ogni ipotesi sullo svolgimento del gran premio in assenza di un accordo con gli organizzatori.

    Se la lotta non dovesse trovare soluzione, si prospetta una stagione come il 2007, quando nessun Gran Premio di Germania apparve in calendario, con Hockenheim allora “vincitore” nello scontro sul mantenimento della denominazione ufficiale per quell’anno. L’assenza di un’altra gara nel mese di luglio lascerebbe il solo appuntamento in Ungheria tra il Gran Premio d’Inghilterra del 30 giugno e il Gran Premio del Belgio del 25 agosto, con due finestre di 4 settimane.