Camel lascia, Biaggi è finita?

da , il

    Camel lascia, Biaggi è finita?

    Con una dichiarazione piuttosto secca e non priva di note polemiche, la Camel (ovvero la Japan Tobacco International) lascia la MotoGP, per l’impossibilità di trovare una sistemazione per Max Biaggi, in seguito a una situazione che la JTI stessa definisce “incomprensibile”.

    I nostri complimenti alla Honda, ha fatto un grande danno al motociclismo.

    Dietro la decisione della Camel, ci sono evidentemente tutte le mosse messe in atto dalla Honda per eliminare Max Biaggi dal motomondiale. Prima negargli una moto Honda, una qualsiasi, poi manovrare insieme alla Dorna per disseminare ostacoli ovunque nel tentativo di tenere la Camel da Sito Pons.

    Pensiamo che la Camel abbia fatto bene a lasciare la MotoGp ridotta in queste condizioni.

    Pensiamo anche che a questo punto Max non abbia nessuna possibilità di correre in MotoGp l’anno prossimo, senza sponsor è impossibile (lo era diventato anche con lo sponsor).

    Siamo sicuri che la Camel investirà altrove quel budget, forse in Formula 1, anche se 12 milioni per la Formula 1 non sono tanti, ma bastano bel “valigiare” un pilota.

    Quando a Max, oltre alle offerte SBK, che il test sulla Midland F1 non sia solo un passaggio pubblicitario?

    E ora, la dichiarazione integrale della Camel, per bocca di Roberto Zanni, Presidente Europa di Japan Tobacco International:

    “Abbiamo impegnato energie e grande determinazione per concretizzare il progetto con Max in MotoGP anche dopo la palese impossibilità di realizzarlo con Honda, ma è stato impossibile raggiungere l’obiettivo.

    Diversi, determinanti e, per certi versi inspiegabili gli ostacoli che abbiamo incontrato nel tentativo di trovare una soluzione. Sembra che improvvisamente, sia venuto a mancare quello spirito sportivo che da sempre anima le competizioni motociclistiche e che ha radicato la passione di questo sport nel grande pubblico.

    La stessa passione sportiva che è, invece, l’elemento trainante del nostro Gruppo, la filosofia con la quale abbiamo intrapreso tutte le attività che ci vedono impegnati nel Motorsport.

    Desidero esprimere un sincero ringraziamento a tutti quelli che hanno contribuito al successo di questi tre primi anni in MotoGP, ringrazio Honda, Sito Pons, il team owner della squadra che ha vestito i colori Camel. Ringrazio tutti i nostri piloti ed in modo particolare Max Biaggi, che avrei voluto vedere ancora in pista con noi.

    I successi raccolti, le emozioni vissute insieme sono state, e sono, un grande stimolo per il nostro Gruppo. Rappresentano un punto fermo della storia di Camel nel mondo delle competizioni che, proprio per questo motivo, deve proseguire”.

    Sottolineiamo: “la storia di Camel nel mondo delle competizioni che, proprio per questo motivo, deve proseguire”.

    Pensiamo che non tarderanno a farci sapere come proseguirà.