Capirossi: “Le Mans è proprio brutto”

capirossi parla di Le Mans

da , il

    Capirossi: “Le Mans è proprio brutto”

    Ardua l’impresa di dire la propria a Le Mans. Curve secce, stop&go ravvicinati, poche le occasioni in cui far vedere il proprio talento, sono molti i piloti che non digeriscono il circuito francese.

    Capirossi, italiano su moto italiana, soffre non solo il campanilismo d’oltralpe, ma anche il circuito francese e lo dichiara apertamente.

    Finalmente torniamo ai circuiti europei, che conosciamo tutti bene: credo che comincerà un’altra parte molto interessante di questa stagione. Questo Campionato è davvero combattuto, ci sono molti piloti racchiusi in una manciata di punti e giovani emergenti decisamente veloci. La nostra moto continua a migliorare ma abbiamo bisogno di un po’ di sole per poter lavorare come si deve sull’asciutto. La gestione del motore è migliorata parecchio, quindi ora la Desmosedici è più guidabile anche sul bagnato. Quando le gomme sono adatte alle caratteristiche del circuito, la nostra moto va davvero bene. Ora dobbiamo semplicemente continuare a credere nel nostro progetto e lavorare come abbiamo sempre fatto. Anche se ci ho vinto una gara in 250, Le Mans non è tra i miei tracciati preferiti, anzi… Il tracciato non è per niente tecnico, quindi non è divertente: è un puro susseguirsi di accelerazioni e frenate. Comunque arrivo in Francia carico e motivato a fare sempre il massimo e sono curioso di vedere le modifiche che hanno apportato alla prima curva e alla prima chicane: chissà che queste non lo rendano un po’ più interessante?

    A vedere dal risultato di questa prima sessione di prove libere, sembra che il pilota Ducati ce l’abbia messa tutta per non staccare la vetta e stare francobollato ai due piloti Yamaha.

    Aspettiamo la gara…