Circuiti F1: Donington è già in crisi

Il circuito di Donington che ospiterà il Gran Premio di Gran Bretagna dal 2010 dichiara di essere in crisi finanziaria

da , il

    Non ha ancora ospitato il suo Gran Premio di F1 e, dopo aver strappato la gestione del GP di Gran Bretagna allo storico Silverstone, il circuito di Donington piange miseria. Per salvarlo, è corsa contro il tempo. A Singapore, invece, dove i soldi abbondano, si parla già dei miglioramenti da apportare al tracciato cittadino, teatro della prima corsa in notturna della storia della F1.

    DONINGTON PARK. In base agli accordi commerciali stipulati con Bernie Ecclestone, il 2009 sarà l’ultimo anno di Silverstone. Dal 2010 arriverà il Donington Park. Tutto ciò a patto che, entro fino settembre di quest’anno, siano completati i lavori di aggiornamento. Il costo delle operazioni si aggira attorno ai 150 milioni di dollari: una cifra divenuta quasi impossibile da sostenere in conseguenza della crisi economica mondiale. “Non è il miglior momento per chiedere a qualcuno dei soldi per una nuova proposta sportiva, ne per chiedere alle banche di appoggiare un?offerta di questo tipo” ha ammesso Andrew Hambe, uno degli organizzatori.

    ECCLESTONE. “Hanno un contratto con noi che sono sicuro che capiscano – ha commentato Ecclestone tramite il Daily TelegraphMi baso su quello che mi hanno detto che forniranno. Abbiamo una scadenza per settembre per fare in modo in modo che tutto sia a posto. Se così non fosse abbiamo quattro o cinque luoghi pronti ad accogliere una gara” ha concluso il patron della F1 che a questo punto non esclude né un ritorno a Silverstone, né una scorrazzata per le strade della capitale britannica.

    SINGAPORE. Sebbene la gara inaugurale di Singapore sia stato un successo di pubblico ed abbia regalato un discreto spettacolo, gli organizzatori del Circuito Marina Bay puntano a migliorarsi per il 2009. Tra gli obiettivi ci sono l’eliminazione degli eccessivi saltellamenti mediante il livellamento del manto stradale e la modifica della prima serie di curva dopo il traguardo per incentivare i sorpassi.