Colpevole o innocente?

E facciamoglielo allora un processo a questo Schumacher! Opinionisti di varia natura e fama si sono sbizzarriti nel dire la loro sul fatto che ha condizionato il Gran Premio di Monaco

da , il

    Colpevole o innocente?

    E facciamoglielo allora un processo a questo Schumacher!

    Opinionisti di varia natura e fama si sono sbizzarriti nel dire la loro sul fatto che ha condizionato il Gran Premio di Monaco. Perciò, non possiamo esimerci dal fare un confronto tra accusa e difesa…

    L’accusa. Dichiarazioni in ordine sparso.

    Un gesto criminale che ha messo a rischio la vita dei piloti che lo seguivano.

    Un campione come lui non può fare un errore di quel tipo.

    Non è la prima volta che Schumacher fa azioni scorrette.

    I giudici erano in possesso di tutti i dati, compresa la telemetria, per cui hanno sicuramente preso la decisione giusta.

    Ammesso che l’errore sia stato involontario, poteva togliersi da quella posizione anziché fermarsi.

    La difesa. Dichiarazioni in ordine altrettanto sparso.

    Il primo a rischiare la vita nel mettersi dietro ad una curva cieca è stato lui, perciò vuol dire che non l’ha fatto apposta.

    Schumacher stava comunque spingendo e poteva ancora migliorarsi per cui la prima vittima di quell’errore è lui.

    Vedendo le immagini si capisce che l’errore è assolutamente normale. Non a caso anche in GP2 molti piloti hanno avuto dei problemi in quella curva.

    Un sette-volte campione del mondo non rischia la reputazione facendo un’azione del genere.

    Con questa penalità si crea un grave precedente che toglie al pilota il diritto di sbagliare.

    Schumacher non poteva ripartire perché non è entrata la retromarcia e, in ogni caso, sarebbe finito in traettoria creando ancora maggiori pericoli.

    Questo è quanto. Mi sono limitato a riportare le dichiarazioni senza aggiungere altre opinioni personali, per stavolta.

    Solo una cosa voglio dirla: accusare Schumacher di essere scorretto e citare i soliti 2 episodi (Adelaide ’94 e Jerez ’97) è semplicemente ridicolo. Lottare per il mondiale quasi ininterrottamente per tutta la carriera ed essere protagonista di qualche episodio scorretto è il minimo. E’ successo a tutti i grandi piloti. Fa parte delle corse.