Commissione FIA: fuori la McLaren

La FIA ha comunicato la composizione della Commissione che avrà il compito di approvare i notevoli cambiamenti in vista del 2008

da , il

    Commissione FIA: fuori la McLaren

    La FIA ha comunicato la composizione della Commissione che avrà il compito di approvare i notevoli cambiamenti in vista del 2008.

    In totale il gruppo comprende sei rappresentanti dei team (uno per ogni nazione), cinque degli organizzatori dei Gran Premi, uno rappresentante della societa’ che detiene i diritti commerciali ed uno della FIA.

    Tra i team, neanche troppo a sorpresa, non è presente la McLaren.

    Altro assente di lusso è la Toyota. Ciò è dovuto alla volontà della Federazione di scegliere un solo team in rappresentanza di ogni nazionalità.

    L’esito della votazione, quindi, era scontato per Italia (Ferrari), Francia (Renault), Austra (Red Bull) e Germania (BMW Sauber). Più difficile il compito del Consiglio Mondiale con Giappone (Honda o Toyota) e Regno Unito (Williams o McLaren).

    La votazione, avvenuta via fax, è stata basata su un giudizio sull’esperienza del team in F1 ed ha premiato Honda e Williams a discapito proprio di Toyota e McLaren.

    Se per la Toyota c’era poco da fare, l’esclusione più clamorosa è quella della McLaren che, pur avendo sufficiente esperienza per essere preferita alla Williams, ha dovuto fare i conti con il potere della scuderia di Grove (gia’ membra del Permanent Bureau della FIA).

    Da Woking, fanno sapere di non averla presa bene e di ritenere ingiusta l’esclusione del team più vincente degli ultimi 40 anni ma che accetteranno la decisione.

    Quanto agli organizzatori dei Gran Premi, sono stati scelti: Australia, Brasile, Ungheria, Monaco e Spagna.

    Primo appuntamento per iniziare la discussione sul futuro della F1 dal 2008, in programma il prossimo 5 luglio.