Coppie 2006: Barrichello e Button

da , il

    Coppie 2006: Barrichello e Button

    Una delle coppie che promette maggiori scintille, almeno in pista, ha cominciato il rapporto all’insegna della cordialità. Jenson Button ha ceduto il numero di prima guida a Rubens Barrichello con la scusa che l’11 era il numero fortunato del brasiliano. Niente di male, ci penserà la pista a designare le vere gerarchie all’interno della scuderia.

    Guarda anche:

    Da una parte c’è Button. Considerato il pilota britannico più talentuoso e protagonista costante nei mass media d’oltre Manica. Si ritiene un vincente e aspira alla macchina in grado di assecondare le sue doti. Forse si scorda che un certo Fisichella, ad esempio, quando era suo compagno di squadra alla Benetton lo ha già notevolmente ridimensionato. Comunque, vuoi per bravura o vuoi per un discorso di immagine, il pilota inglese è appoggiato e stimato in abbondanza da una discreta fetta di addetti ai lavori. Noi ci limitiamo a dire che non siamo d’accordo.

    Dall’altra parte c’è Barrichello. Speriamo, anzi crediamo, che con le sue prestazioni ci aiuterà a dimostrare che lui è uno che sa andare forte per davvero, mentre Button è solo un pilota “normale”. Glielo auguriamo. Non perché pensiamo che sia stata colpa della Ferrari se lui era considerato un secondo pilota a vita. Ma perché sosteniamo che Barrichello sia uno dei piloti più veloci del momento. Unico particolare è che non basta essere tra i più veloci per battere IL più veloce in assoluto (un certo Schumacher, Michael…). Tutto qui.

    Vogliamo dare a Rubens il tempo per ambientarsi nella nuova squadra, ma poi ci aspettiamo che questa volta sia lui a fare – finalmente – lo Schumacher nei confronti del suo compagno di squadra Button. Se così non sarà dovremo ricrederci sulle sue doti che abbiamo sempre difeso. Oppure dovremo ammettere che Button non era poi questo grande bluff… Ne riparleremo.