Dani Pedrosa: domenica amara a Le Mans

Domenica da dimenticare per Dani Pedrosa: lo spagnolo della Honda parte bene nel Gran Premio di Francia di MotoGP, riuscendo a tenere il passo delle Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, ma nella seconda parte della gara commette molti errori e viene infine superato all'ultimo giro da Andrea Dovizioso e Nicky Hayden (Ducati Marlboro)

da , il

    A Le Mans lo spagnolo Daniel Pedrosa si è dovuto accontentare di un mediocre quinto posto (posizione di tutto rispetto per un pilota di seconda fascia, non per il top rider della Honda): dopo una buona partenza il catalano è calato e all’ultimo giro ha dovuto cedere prima il podio al compagno di squadra Andrea Dovizioso e poi la quarta posizione alla Desmosedici di Nicky Hayden (Ducati Marlboro) così come a Jerez aveva subito la rimonta di Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha). E, a quanto pare, è ancora colpa della sua RC212V

    Domenica da dimenticare per Dani Pedrosa: lo spagnolo della HRC parte bene nel Gran Premio di Francia di MotoGP, riuscendo a tenere il passo delle Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, ma nella seconda parte della gara commette molti errori e viene infine superato all’ultimo giro dalla Honda di Andrea Dovizioso e dalla Desmosedici di Nicky Hayden (Ducati Marlboro).

    Non sono ovviamente soddisfatto di aver finito in questo modo, perché sono riuscito a stare con i leader nella prima parte di gara, perdendo poi molto terreno,” è l’ovvio commento di Pedrosa, “Perdere due posizioni al giro finale non mi fa sentire bene. La mia partenza è stata ok e sono riuscito a stare in alto nei primi giri, ma durante la gara ho fatto numerosi errori nel tentativo di mantenere il passo.”

    Il calo di prestazione sembrerebbe essere colpa (almeno in parte) di un problema al freno posteriore della sua RC212V: “Ho avuto un po’ di problemi al freno posteriore, il che ha significato non poter entrare in curva come avrei voluto e ho combattuto un po’ contro la moto,” conclude lo spagnolo, “Andrea ha guidato bene e ha spinto molto nel finale, quindi congratulazioni a lui per il podio raggiunto. Ora arriva una parte importante della stagione, con molte gare in un periodo di tempo limitato, quindi dobbiamo lavorare duramente e fare meglio al Mugello.”