Dani Pedrosa perplesso, non si fida di Hayden

Dani Pedrosa perplesso, non si fida di Hayden

da , il

    Dani Pedrosa perplesso, non si fida di Hayden

    Che tra Hayden e Pedrosa non corresse buon sangue era noto, soprattutto dopo gli sviluppi della scorsa stagione in cui la Honda puntò tutto sullo spagnolo relegando l’ex Campione del Mondo ad un ruolo di comprimario.

    La storia fu che Pedrosa non riuscì a soddisfare fino in fondo la casa alata, nè dal punto di vista dello sviluppo della moto , nè da quello delle vittorie.

    Resasi conto dell’errore commesso lo scorso anno nel progettare una moto scarna di carena e plasmata ad immagine e somiglianza del pilota di Sabadell, la HRC prova adesso a cambiar rotta e tornare sulla vecchia strada, “via Hayden” per intenderci, senza però precludersi la strada alternativa.

    Più che un ordine di priorità, la casa alata deve aver deciso di considerare entrambi i piloti sullo stesso grado piuttosto che agire (poco strategicamente) come l’anno scorso.

    Atteggiamento questo che sembra non essere particolarmente gradito a Pedrosa che, appena dimesso dalla clinica dopo l’operazione necessaria per rimediare la frattura composta del secondo metacarpo della mano destra ( a causa di una caduta drante il primo giorno di prove sulla pista di Sepang), si fa sentire in conferenza stampa: “L’intervento è andato alla perfezione. Devo ringraziare tutto lo staff del Dottor Mir perchè l’operazione è andata molto bene e mi consentirà di recuperare in fretta. Non mi sono ancora spiegato la dinamica della caduta. Ho toccato il freno e mi sono ritrovato a terra. Qualcosa non è andato per il verso giusto in quella giornata, visto che già in mattinata sono scivolato senza una spiegazione. Cercheremo di capire cos’è successo, perchè non mi capita spesso di trovarmi a terra così, senza motivo, soprattutto quando non stavo spingendo. Non poter partecipare ai prossimi test per me è davvero dura. Ci sono diversi aspetti da sistemare della moto, e non poter esser presente e attivo in prima persona è un grande problema“.

    Il piccolo spagnolo di Sabadell, a questo punto, prende la pillolina di coraggio e si butta a capofitto nella seguente dichiarazione: “Storicamente quando Nicky Hayden si è occupato dello sviluppo della moto non ha mai portato nessun beneficio. Sarà difficile salire in sella su di una moto sviluppato da altri con accorgimenti diversi“.

    Piccolo, ma tagliente. Quando le cose non girano come vorrebbe, Pedrosa si incattivisce. Le dichiarazioni sul compagno di squadra, del resto, non sono state mai edulcorate: tempo fa, infatti, al Mundo Deportivo, Dani dichiarò molto candidamente che “Hayden non ha capito nulla della moto e del suo sviluppo“.

    Facciamo due conti… Hayden ha già un Titolo Mondiale in MotoGP…

    …quello di Pedrosa, invece, dov’è?

    Ah, questi ragazzini d’oggi…