Dovizioso sulla Ducati: Valentino Rossi ha cambiato la moto di Stoner, in peggio

Andrea Dovizioso parla della Ducati e di come Valentino Rossi avrebbe eseguito lo sviluppo della moto, un tempo di Stoner

da , il

    Andrea Dovizioso si prepara alla stagione MotoGP 2014 carico, ma fino ad un certo punto. Sarà l’ennesima stagione di transizione in casa Ducati? Sembra proprio di si, vedendo prima di tutto i risultati nei test invernali, e per seconda cosa l’atteggiamento della casa di Borgo Panigale, che non ha negato di voler puntare alla categoria Open, rinunciando alle moto Factory. Il Dovi ha parlato a ruota libera sul suo 2013, sulle prospettive per il 2014, su Cal Crutchlow, Marc Marquez, Valentino Rossi e Casey Stoner. Leggiamo dopo il salto le sue parole.

    Guarda anche:

    Dovi: “Non pensavo fosse così dura. Nel 2014 non aspettatevi miracoli…”

    Dovizioso ducati 2014

    Dovizioso sul suo 2013: “non pensavo fosse così dura e nonostante tutto sono partito forte e speravo in una stagione in crescendo ma poi è andata come tutti sapete. Solo con un metodo funzionante possiamo recuperare il gap da Honda e Yamaha che ora sono le migliori”. Sulle prospettive per il 2014: “non si possono fare miracoli lavorando da poco con un gruppo nuovo, nonostante tutto Dall’Igna è un uomo di pista e sa cosa vogliono i piloti”. Cal Crutchlow, ex-nuovo compagno di team: “Cal è un pilota veloce che ha dimostrato di valere le posizioni che contano”.

    Sul baby campione del mondo Marc Marquez: “all’apparenza sembrava un rookie spericolato che si buttava senza calcolare i rischi, ma poi ha dimostrato una certa maturità per come ha capito la MotoGP attuale e potrà migliorare ancora sotto l’aspetto della gestione della gara”.

    Su Rossi e Stoner: “Rossi è andato molto forte, ma il livello si è alzato di molto e non so se riuscirà a stare con i primi 3. Stoner è riuscito a vincere con una moto che non trasmetteva feeling, riuscendoci solo lui. Apprezzo il tentativo di Rossi di cambiarla, ma purtroppo sono andati nella direzione sbagliata”.

    Livio Suppo: “Pedrosa può rimanere in Honda anche dopo il 2014″

    Intervistato da MCN, il team principal di Honda Repsol Livio Suppo, ha espresso le sue considerazioni su Dani Pedrosa, il dualismo con Marquez e il rinnovo contrattuale. Il contratto di Dani infatti, al pari di Lorenzo, Marquez e Lorenzo scade nel 2014 e si erano sparse voci secondo le quali Dani e la HRC si sarebbero separati a fine 2014 vista l’incompatibilità (presunta) con Marquez che, vittoria su vittoria, nel 2013 gli ha preso i gradi di primo pilota relegando il 28enne di Sabadell a un ruolo marginale. Ma ecco le parole di Livio Suppo: “che piaccia o no Dani è sempre stato un contendente per il titolo. L’infortunio in Germania quando era in testa al campionato ha condizionato la sua stagione. E’ stato molto sfortunato ma credo che abbia sempre il potenziale per diventare campione e lo considero sempre tra i più forti contendenti al titolo.” Sulle voci di separazione di Dani dalla Honda, Suppo ha risposto: “considerando che noi vogliamo avere in squadra due piloti forti, chi è più forte di Dani al momento? E’ in HRC da 8 anni, un periodo molto lungo senza vincere il titolo ma ci sono solo 3 piloti di un’altra categoria e lui è sicuramente uno di loro. Dani merita di esserci se si vuole avere una squadra molto forte: avrà comunque le stesse possibilità di vittoria”.