Dovizioso: “vinco e vi saluto, me ne vado in MotoGP!”

Dovizioso: "vinco e vi saluto, me ne vado in MotoGP!"

da , il

    Dovizioso: “vinco e vi saluto, me ne vado in MotoGP!”

    Vent’anni e non li dimostra.

    Andrea Dovisiozo, centauro della classe 250 non nasconde la sua insistente ambizione di vincere il Titolo, Lorenzo & company permettendo, e si dichiara pronto a tutto pur di portare a casa l’ambito trofeo e salutare così definitivamente la quarto di litro per tuffarsi nella più blasonata MotoGP.

    In un’intervista rilasciata a datasport, Andrea confida le sue aspettative e i suoi timori, e si scaglia contro quei piloti che “in pista danno più fastidio che altro”… e a legger bene, è più che ovvio capire a chi si riferisce!

    Come sono andate le prove quest’inverno?

    Tutti i piloti, in 125 e 250cc, hanno provato molto poco a causa delle condizioni meteo sfavorevoli in Europa. A Jerez la scorsa settimana siamo finalmente riusciti a girare con costanza, in Honda e’ arrivato un pacchetto nuovo e sono contento dei miglioramenti che ci sono stati. Sicuramente saremo competitivi. Forse non siamo alla pari di Aprilia come potenza del motore, ma lo sviluppo continuera’ anche in casa nostra.

    Quindi credi che la tua moto sia ancora inferiore alle Aprilia?

    Sono due moto completamente diverse. La nostra Honda come telaio penso che sia un po’ piu’ facile da mettere a punto. Ci manca un po’ di potenza, ci stiamo lavorando…

    Forse la Honda e’ piu’ concentrata sulla MotoGP…

    Logicamente quella e’ la categoria di punta, ma alla casa madre hanno iniziato un programma di sviluppo in 250cc e lo stanno rispettando. La Honda solitamente fa quello che promette.

    Il tuo obiettivo e’ uno, il piu’ alto.

    Vincere il titolo, assolutamente. Sara’ sicuramente molto difficile, perche’, quest’anno piu’ che mai, ci sono tanti piloti forti con delle buone moto. Prevedo tanti bei combattimenti in pista. sebbene al momento si faccia ancora fatica a valutare realmente i valori in campo. Vedremo nel prossimo weekend.

    I favoriti del Mondiale 250cc?

    Direi Aoyama, Lorenzo ed io. Potrebbe starci anche De Angelis, dipende da come andra’ nelle prime gare, e pure gli altri giapponesi vanno forte. I piloti saliti dalla 125cc stanno andando molto bene.

    Prevedi le solite tensioni, in pista e fuori?

    In quel senso, credo che il 2007 sara’ ancora peggio dell’anno scorso. Io sono contentissimo di poter lottare con piloti cosi’ forti. Pero’ diciamo che ci sono piloti che corrono piu’ per dare fastidio che per altro. E purtroppo continueranno a farlo…

    Uno come Bautista, campione nella ottavo di litro, puo’ essere protagonista da subito?

    Io ci sono passato, quando vinci un Mondiale e sali di categoria sei carico al massimo. Sono convinto che Bautista potra’ fare bene, anche se ovviamente un certo divario c’e’. Ma avendo a disposizione moto molto buone, piloti come Kallio e Bautista possono dire la loro. Sono due con la testa sulle spalle.

    Il futuro di Dovizioso dopo il 2007.

    I programmi sono impostati per farmi salire in MotoGP. Ma non c’e’ niente di sicuro, non e’ il momento pensare a queste cose.

    Con quale team vorresti fare il grande salto?

    Mi piacerebbe passare in MotoGP con la Honda. Pero’ nella vita non si sa mai…

    Diamo un’occhiata alla classe regina. Pedrosa puo’ strappare ad Hayden il numero uno?

    In casa Honda Pedrosa e’ gia’ il numero uno…

    Chi lottera’ per il Mondiale?

    Credo che sara’ una stagione molto bella, forse un po’ piu’ equilibrata adesso che si corre con le moto da 800cc. Hayden? Sono stato contento che abbia vinto lui l’anno scorso: Rossi meritava di piu’, ma sono stato felice per lui. E’ un ragazzo che si e’ impegnato a fondo, ha sviluppato la moto, era sempre in pista. Ma sinceramente di talento ne ha meno di Valentino. E poi il suo compagno di squadra e’ veramente forte, i risultati si vedono gia’. Secondo me il campionato sara’ una lotta a due tra Rossi e Pedrosa. Ci saranno vari piloti che vinceranno le gare, vedo bene le Ducati, ma tanto dipendera’ anche dalle gomme. Melandri? Non e’ tra i pretendenti al titolo. Per quello assolutamente o Rossi o Pedrosa.