Ducati MotoGP: Casey Stoner deluso dal Mugello

Al Mugello Casey Stoner si aspettava un risultato migliore, almeno il primo podio della stagione 2010

da , il

    Casey Stoner forse si aspettava di più dal Gran Premio d’Italia di MotoGP: il pilota australiano della Ducati è ancora a digiuno di podi e il quarto posto sul tracciato del Mugello gli sta stretto.

    L’innalzamento delle temperature in pista probabilmente ha creato qualche problema alla resa delle gomme Bridgestone della sua Ducati Desmosedici GP10, impedendogli di competere con le Honda di Pedrosa e Dovizioso e la Yamaha di Jorge Lorenzo.

    Non è esattamente il risultato che avrei voluto su questa pista, una di quelle che mi piacciono davvero.

    Casey Stoner è solo quarto al Mugello e resta ancora una volta fuori dal podio. L’australiano – che ha lottato con Marco Melandri e Randy De Puniet senza riuscire mai ad inserirsi nel gruppo di testa – ha lamentato un innalzamento delle temperature che ha creato problemi alle gomme Bridgestone della sua Ducati: “Ad essere onesti ci aspettavamo qualche cosa di più dopo il warm-up di questa mattina e dopo le modifiche che avevamo fatto,” ha dichiarato il Ducatista, “Probabilmente invece era un po’ troppo caldo per le gomme che abbiamo scelto. La parte sinistra lavorava molto bene ma la parte destra aveva poco grip e non mi dava fiducia, costringendomi ad allargare la traiettoria in tutte le curve in quella direzione.”

    Quando, a metà gara, ero davanti a Marco e Randy, mi sono reso conto che non avrebbe avuto senso continuare a forzare,” ha continuato Stoner, “Non ce l’avrei fatta ad andare via e avrei rischiato troppo. Ho quindi deciso di restare alle loro spalle e di aspettare l’ultimo giro per passare.

    Se non altro Casey Stoner ha recuperato terreno in classifica, ritrovandosi adesso in ottava posizione anche se a 66 punti da Jorge Lorenzo.