Estoril, la tensione sale

Interviste a Macho e Hayden prima dell'Estoril

da , il

    Estoril, la tensione sale

    A meno di due gare dalla fine del mondiale la tensione comincia a crescere esponenzialmente nei paddock della MotoGp.

    In un campionato che sembrava chiuso a metà stagione e che ora, almeno teoricamente, è più aperto che mai, il capoclassifica Hayden inizia a manifestare i primi segni di una tensione incubata evidentemente da troppo tempo. Le sue dichiarazioni, infatti

    sono la testimonianza della pressione che il giovane americano è costretto a sopportare in queste ultime fasi del mondiale:”Rossi e Capirossi non hanno nulla da perdere ha detto Nicky Non c’è dubbio, loro sono dietro, in una posizione più comoda, e nelle ultime gare hanno fatto dei buoni risultati. Ovviamente c’è molta pressione su di me, e molta gente pensa che forse non vincerò il mondiale, ma io non mi do per vinto. La fiducia che la Honda mi ha accordato è uno sttimolo per fare sempre meglio, soprattutto nella prospettiva della nuova cilindrata dell’anno prossimo.Sviluppare la moto è un impegno duro, perchè occorre lavorare con l’obiettivo di vincere le gare. Cercherò di farlo nella miglior maniera possibile, dando il massimo.Come sempre.

    Nuove notizie, poi, dal fronte Melandri, infortunatosi ieri durante la seconda sessione di prove libere. Macho sta bene, ma sente ancora un forte dolore al ginocchio. Queste le sue parole:”Mi dispiace per la caduta perchè stavamo facendo un buon lavoro. Purtroppo sono andato lungo e sono scivolato su un tratto all’esterno della curva, verniciato di verde. Stavo andando piano ma sono caduto in modo forte e deciso sulla parte interna del ginocchio sinistro. Adesso sto meglio ma mi sento debole. Mi fa molto male il ginocchio, ma le radiografie hanno escluso fratture“.