F1 2011, Lotus Renault: vinceremo ancora

Eric Boullier, team principal della neo nata Lotus Renault, ha dichiarato che il team francese per la stagione 2011 mira a conquistare un elevato numero di vittorie

da , il

    F1 2011, Lotus Renault: vinceremo ancora

    La Lotus Renault si prepara ad essere protagonista insieme ai big anche nella stagione 2011. Il team di Eric Boullier ha concluso il mondiale 2010 al quinto posto nei costruttori, grazie ai punti conquistati da Robert Kubica, spesso e volentieri protagonista insieme al gruppetto dei pretendenti al titolo iridato, che è riuscito a salire tre volte sul podio. Meno fortunato e costante invece il compagno di squadra del polacco, l’esordiente russo Vitaly Petrov, che è comunque stato riconfermato.F1 2011. La Lotus Renault si prepara a vincere anche nel 2011. Dopo una stagione 2010 con Robert Kubica protagonista in mezzo ai big, Eric Boullier è convinto che il team francese metterà a segno ancora tanti successi. Il pilota polacco si è spesso distinto nelle qualifiche ed è riuscito a salire tre volte sul podio, regalando così al team di Enstone i punti necessari per chiudere al quinto posto in classifica generale. Scarso contributo invece da parte di Vitaly Petrov, il giovane esordiente russo che, pur non essendo riuscito ad essere costante nei weekend di gara, ha ottenuto una seconda chance ed è stato così riconfermato anche per questa stagione.

    ERIC BOULLIER. “Vogliamo vincere con questa nuova macchina”, ha dichiarato il boss del neonato Lotus Renault GP Team ad Autosport, a poche ore dalla presentazione ufficiale della nuova livrea nero-oro. “Per farlo è necessario finire regolarmente a podio: questo è il nostro obiettivo. La mia ambizione è sempre stata quella di far diventare questa squadra un top team. Vorrei che fossimo conosciuti ai livelli di Ferrari o McLaren”. Con l’aumento delle risorse, conseguenti alla fusione con il gruppo Lotus, la maggiore esperienza acquisita e la fiducia ritrovata da parte del team, Boullier è convinto che nel 2011 i risultati arriveranno. “Sono più rilassato ora”, ha confidato il team principal francese, dopo il suo primo anno al timone del gruppo di Enstone. “Ora ho l’impressione di essere entrato a pieno nel ruolo e la situazione è dunque più facile. Posso fare molte più cose. C’è un ottimo clima all’interno della squadra e lo spirito è buono: un ricompensa per tutto il lavoro fatto nella stagione passata. Per quanto mi riguarda sono molto felice di fare parte di questo team e i ragazzi devono essere fieri di loro stessi”.