F1 2011, Malesia: Vettel primo ma battibile

Formula 1 2011: Sebastian Vettel ottiene la pole positione nel Gran Premio di Malesia e si candida a favorito per la vittoria

da , il

    F1 2011, Malesia: Vettel primo ma battibile

    Sebastian Vettel ha ottenuto la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Malesia 2011 ma ha dovuto faticare non poco per battere la McLaren di Lewis Hamilton che fino a quel momento era sembrata la vettura più veloce sul circuito di Sepang. Una volta sceso dalla monoposto, il campione del mondo in carica si mostra carico per la bella prestazione fornita ma preoccupato per la gara dove dovrà vedersela da vicino con altri tre avversari. I tempi della cavalcata solitaria dell’Australia sono un lontano ricordo.

    SEBASTIAN VETTEL. “Effettivamente gli altri si sono avvicinati. Fino a queste qualifiche è stato un weekend difficile. Non ho mai trovato il passo giusto e nulla è andato come speravamo. Però sapevamo che la macchina c’era e durante le qualifiche devo dire che ha funzionato subito. Siamo vicini alle McLaren”, così parla Sebastian Vettel dopo la pole position del Gran Premio di Malesia. Elementi cruciale per aver primeggiato è stato l’utilizzo del KERS:“Sono felice e devo fare i complimenti alla squadra che ha lavorato sul KERS. Abbiamo avuto delle critiche la scorsa gara e non siamo stati contenti. Ora lo abbiamo montato e senza non sarei in pole position”. Vettel, rimasto in ombra dalle prove libere fino al Q2, ha tirato fuori gli artigli solo all’ultimo:“Non c’è stato un problema specifico con la macchina ma io ho fatto degli errori e ho trovato un po’ di traffico e questo non ci ha permesso di trovare il passo giusto – ha spiegato il campione del mondo – Questa pista è difficile e ci vuole un po’ di tempo per capirla. Il divario è molto più piccolo rispetto all’Australia e questo dimostra come le cose possono cambiare in fretta gara dopo gara. La corsa sarà dura per caldo e pericolo pioggia”, ha concluso.

    LEWIS HAMILTON. Si parla di sfida McLaren Red Bull ma, a ben vedere, il vero duello, quello più tirato e interessante, è tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Il pilota inglese è, per talento e mezzo tecnico, il più accreditato per regalare una notte insonne al tedesco che scatterà dalla piazzola numero uno. “Devo dire che abbiamo fatto un ottimo lavoro per avvicinarci alla Red Bull. Abbiamo ricevuto anche delle nuove componenti e continuiamo a fare passi in avanti – ha raccontato Hamilton - Certo, avremmo voluto essere in pole position ed è chiaro che la Red Bull ha ancora un vantaggio. Ma ci stiamo avvicinando. Chiaramente sappiamo che loro sono sempre molto veloci e nell’ultimo giro riescono a tirare fuori il loro potenziale. Nel mio giro ho forse perso qualcosa, non sono stato perfetto”, ha concluso l’anglocaraibico facendo intendere che, se possibile, il potenziale della sua MP4-26 è leggermente superiore a quanto visto fino ad ora e che per il GP di Malesia di domani… nulla è da dare per scontato.