F1 2012, Ferrari: ci sono tutti gli ingredienti per vincere

Formula 1: il presidente della Ferrari parla della nuova stagione e spiega che dal suo punto di vista ci sono tutti gli ingredienti per tornare a vincere!

da , il

    F1 2012, Ferrari: ci sono tutti gli ingredienti per vincere

    La Ferrari si è avvicinata al Natale con il tradizionale pranzo degli auguri. Luca Cordero di Montezemolo ha chiamato a raccolta tutti i suoi dipendenti, partner, sponsor e fornitori e, davanti a mille partecipanti, ha festeggiato anche i suoi vent’anni alla guida dell’azienda. Nell’occasione, parlando della stagione 2012 di Formula 1, ha dichiarato:“Ci sono tutti gli ingredienti per tornare a vincere. C’è una grande attesa per la prossima stagione nel volto dei nostri piloti”.

    FERRARI – PILOTI. Il primo pensiero di Montezemolo è stato per Felipe Massa. In molti credono che la prossima sarà l’ultima stagione in Ferrari:“Felipe sa che lo aspetta una stagione molto importante ma sta a noi mettergli a disposizione una macchina competitiva. Se ci riusciremo, allora sono sicuro che rivedremo quel Felipe che ci ha dato tante soddisfazioni e che ha saputo essere più veloce di Michael e di Kimi”, ha dichiarato il presidente del Cavallino. Per Alonso, solo lodi:“Fernando ha fatto una stagione straordinaria, pur non disponendo di una vettura competitiva, e ci ha dato la grande gioia di Silverstone. Dei nostri piloti - ha aggiunto – mi piace la capacità di lavorare insieme alla squadra: di Felipe lo sapevo, di Fernando è stata una bella sorpresa. A me non piacciono quei piloti che arrivano in pista con la loro valigetta e non vivono la vita quotidiana della squadra: non sono gente da Ferrari.” Proprio per questa ragione Raikkonen fu scaricato a fine 2009.

    FERRARI - F1 2012. “Voglio essere ottimista, perché vedo la concentrazione e l’attenzione al dettaglio che caratterizza l’impegno di Domenicali e dei suoi uomini, da Fry a Marmorini, da Lanzone a Tombazis – ha proseguito Montezemolo nel fare il punto della situazione – Si lavora su tutte le aree, per migliorare: dalla progettazione della nuova auto alla simulazione, dalle operazioni dei pit-stop alle partenze e così via”. Il numero uno della Ferrari ha ammesso grande delusione per come sono andate le cose nel 2011 ed ha spronato i suoi uomini a fare meglio:“C’è una grande voglia di riscatto però questo non arriva da solo, non lo porta la cicogna: deve essere il frutto del lavoro di ciascuno di voi, della capacità di essere perfetti” – ha detto rivolgendosi direttamente a Domenicali ed ai suoi collaboratori – mi aspetto una grande reazione. Vincere dipende da noi.