F1 2012: non solo Kubica rischia il posto

Formula 1: c'è aria di grossi cambiamenti nel team Lotus Renault

da , il

    F1 2012: non solo Kubica rischia il posto

    C’è un gran fermento nel team Lotus Renault. Sotto tanti aspetti. Quello che a noi più interessa è il destino di Robert Kubica ma, restando sul fronte del mercato piloti, siamo costretti a citare anche Vitaly Petrov. Dal 2012, il team di Enstone non solo perderà il nome Renault per passare ad avere al 100% la proprietà del marchio Lotus, ma rivedrà interamente i propri progetti. Non è escluso, quindi, che sarà scaricato il pagante russo per fare spazio al più ricco Bruno Senna e scartato Robert Kubica a favore di Romain Grosjean, per mancanza di garanzie sul suo recupero totale dopo l’incidente.

    ROBERT KUBICA. L’entourage del pilota di Cracovia ha lentamente rotto ogni riserbo cautelativo fino a spingersi a dichiarare che per Kubica il peggio è passato e che ora sono sicure le possibilità di arrivare ad un completo recupero. Fonti molto vicine al polacco, però, criticano questo atteggiamento sostenendo che i fatti siano diversi. Ancora non ci sono certezze ed è sbagliato caricare di troppa pressione il buon Robert. Costoro consigliano ancora silenzio e prudenza. Un modo come un altro per dire che la presenza di Kubica in Formula 1 nel 2012 con il team di Enstone è tutt’altro che scontata. La dirigenza Lotus vuole una risposta entro poche settimane. Nelle ultime interviste, il team principal Eric Boullier ha fatto capire che in questo momento per lui è più importante pianificare con attenzione il 2012 piuttosto che attendere un pilota con tanti punti interrogativi.

    TEAM LOTUS F1. Kubica è in bilico. Altrettanto dicasi clamorosamente per Vitaly Petrov nonostante il suo contratto scada a fine 2012. I soldi che arrivano dalla Russia hanno ingolosito i capi del team ma quelli che potrebbero arrivare dal Brasile, tramite Bruno Senna, sono potenzialmente ancora più ghiotti. Oltretutto, il nipote di Ayrton non sta affatto sfigurando al cospetto del compagno di box ed il modo in cui è stato trattato Nick Heidfeld dimostra che certi contratti non sono poi così vincolanti. Sarà anche per questo che Senna non viene tenuto in considerazione solo come ipotesi di riserva qualora Kubica non ce la facesse. Al posto del polacco ci andrà, semmai, il ritrovato Romain Grosjean.