F1 2012, Sauber punta alto: “Mai così forti!”

Formula 1: la Sauber punta in alto e si dice soddisfatta di essere quasi arrivata al livello di prestazione della Mercedes con la C31, la miglior monoposto della sua storia

da , il

    F1 2012, Sauber punta alto: “Mai così forti!”

    Non è stato solo il terzo posto conquistato in extremis da Sergio Perez nel Gran Premio del Canada a gasare Peter Sauber. Il boss della scuderia elvetica analizza le prestazioni della macchina durante tutta la gara di Montreal e le precedenti uscite della stagione 2012 di F1 per arrivare ad una conclusione che lo entusiasma non poco:“Non siamo lontani dalle Mercedes”, ha affermato. Il fondatore della scuderia di Hinwil ha poi aggiunto:“La C31 motorizzata Ferrari è la macchina migliore di tutta la lunga storia della Sauber iniziata in Formula 1 nel 1993. Il 75% del nostro successo dipende dall’aerodinamica che ci fa invidiare da molti nostri avversari”.

    Peter Sauber: “Vicini alle Mercedes”

    Secondo Peter Sauber, la C31 è una gran macchina. Talmente buona da poter essere paragonata alla Mercedes che con Nico Rosberg è ancora in piena corsa per la conquista del titolo mondiale. Peccato, a suo dire, che in qualifica le cose ancora non vadano al meglio e che, in alcune delle gare passate, non sia stato possibile massimizzare a pieno il potenziale a disposizione:“Dobbiamo migliorare in qualifica e dobbiamo ricordarci che a Monaco e in Bahrein non abbiamo fatto punti. E’ un peccato perché la C31 è in grado di adattarsi bene a tutti i tipi di circuito. Siamo competitivi ovunque”. Ciò che galvanizza il buon Peter, è quanto accaduto a Montreal con un terzo posto conquistato in condizioni del tutto normali:“Questo risultato è più importante del secondo posto in Malesia. In Canada non c’è stata né pioggia, né safety car, né ritiri di avversari se si esclude quello di Schumacher”. A proposito di Mercedes, ha aggiunto:“Essere vicini alle frecce d’argento è davvero una gran bella sensazione”.

    Mercedes, Rosberg: “Non so chi vincerà il titolo”

    Parli della Mercedes e sbuca Nico Rosberg il quale torna a commentare la strana stagione 2012 di Formula 1 regalandoci il suo punto di vista in merito alla lotta per la conquista del titolo mondiale. Il tedesco non fa nomi. Mette, semmai, sul piatto alcuni ragionamenti:“Non si può sapere chi vincerà. Si può, però, dire che questa situazione è fantastica per i tifosi ed una grande opportunità per noi piloti”. Anche Rosberg finisce con il parlare di gomme:“Dobbiamo capirle ancora meglio. Ne sappiamo già un bel po’ ormai ma non si finisce mai di imparare. Sono la chiave per vincere il campionato”. Secondo il pilota tedesco, non vanno sminuiti i risultati fatti dai team minori come la Sauber, semplicemente bollandoli come episodi fortunati:“La nostra non è una società di pari opportunità dove chiunque può vincere. Semplicemente alcune vetture funzionano meglio in certe situazioni piuttosto che in altre. L’obiettivo deve essere quello di sfruttare le gomme in tutte le condizioni”. Stupisce, infine, che l’unico alfiere Mercedes rimasto in lizza per il campionato, si chiami fuori dai giochi:“Oggi non penso al titolo. Voglio vincere altre gare e poi vedremo come saremo messi in ottica campionato”, ha concluso evidentemente diviso tra scaramanzia e realismo.