F1 2012, Vettel-Alonso: inizia la guerra psicologica

Formula 1: Vettel e Alonso saranno i due piloti in lizza per il titolo 2012 fino alla fine

da , il

    F1 2012, Vettel-Alonso: inizia la guerra psicologica

    Ci sono due correnti di pensiero attualmente in Formula 1. Quella ufficiale, di facciata, da una parte e quella vera, senza retorica, dall’altra. Il pensiero unico degli addetti ai lavori di fronte ai microfoni è il seguente:“Tutto può ancora succedere”. Benissimo. Queste parole le hanno pronunciate tutti i piloti ed i team principal delle prime quattro scuderie della classifica mondiale. La verità, viene a galla poco dopo ed ha un’altra dimensione: sono Fernando Alonso e Sebastian Vettel gli unici veri contendenti per la conquista del campionato 2012 di F1. Possiamo sancirne la certezza prendendo spunto dalle parole di Lewis Hamilton:“Per il titolo, sarà una corsa a due”, ha ammesso l’inglese. Poco dopo, guarda caso, arriva un inedito affondo di Vettel su Alonso:“Massa vale tanto quanto Fernando”. Il tedesco ha capito tutto ed ha cominciato con le schermaglie psicologiche. Il campione del mondo in carica sa che la battaglia che conta si conclude sempre in pista. Ma ha imparato da Alonso che comincia nella testa.

    McLaren, Hamilton si chiama fuori:”Titolo è lotta a due!”

    “Tutto può succedere ma al momento è una lotta a due”, ha dichiarato Lewis Hamilton in una intervista alla Tv britannica. L’ammissione di resa è quasi scontata se si vede l’atteggiamento con il quale ha affrontato il Gran Premio del Giappone. Abbiamo già parlato dei rapporti ormai non più sanabili tra Hamilton e la McLaren. Questa non è altro che l’ennesima conferma. L’unico che prova a salvare l’apparenza è il team principal Martin Whitmarsh che afferma:“Ci sono ancora 5 Gran Premi nei quali abbiamo la possibilità di dimostrare il nostro potenziale ed azzerare il ritardo in classifica”.

    Vettel:”Massa può andare più veloce di Alonso”

    Nella stagione 2012 di Formula 1, nessun pilota è riuscito a dimostrare una così netta superiorità nei confronti del proprio compagno di squadra come Fernando Alonso su Felipe Massa. Eppure Sebastian Vettel si lancia in dichiarazioni piuttosto impegnative che, negando l’evidenza, provano a minare una delle poche certezze che ancora alberga nella mente del pilota spagnolo della Ferrari:“Con tutto il rispetto che ho per Fernando, penso che Felipe possa essere veloce o a volte addirittura più veloce di lui. Non capisco perché la differenza tra loro è così grande”. Vettel ha ricordato che Massa, in passato, è riuscito a reggere il confronto con Kimi Raikkonen ed a non sfigurare al cospetto di sua maestà Michael Schumacher. “Non capisco - ha aggiunto maliziosamente – Ma non sono un pilota Ferrari quindi non so come sia la situazione lì”.

    Red Bull, Horner:”Alonso pilota formidabile”

    Se Sebastian Vettel provoca Alonso dubitando implicitamente della sua superiorità in Ferrari, Christian Horner si comporta in maniera del tutto opposta:“Penso che sia un pilota molto scaltro e formidabile che ha avuto un po’ di sfortuna a Spa e Suzuka – ha ricordato parlando del ferrarista – ma anche Vettel si è dovuto fermare due volte per problemi tecnici. Sarà una bella lotta tra loro due sebbene non si possa mai dire mai, soprattutto in questa stagione. Abbiamo visto cambiare spesso nelle ultime gare la vettura di riferimento”.