F1 2013, allarme Red Bull: troppo lenta in rettilineo! La Lotus gongola

Test F1 2013

da , il

    F1 2013, allarme Red Bull: troppo lenta in rettilineo! La Lotus gongola

    La nuova Red Bull è la monoposto più lenta in rettilineo tra tutte quelle impegnate nei test invernali! La sentenza arriva da Michael Schmidt, corrispondente dal circuito di Barcellona della testata tedesca Auto Motor und Sport. La notizia non fa letteralmente saltare sulla sedia per via del fatto che già nel 2012 le vetture di Adrian Newey non brillavano per velocità di punta. Tuttavia, Sebastian Vettel è riuscito a sbaragliare la concorrenza solo nell’ultima parte dell’anno, vale a dire quando il problemino è stato parzialmente risolto grazie ad un nuovo pacchetto aerodinamico! C’è speranza per tutti, allora, soprattutto per chi si vuole fidare delle lamentele del tre volte campione del mondo in merito all’eccessivo degrado delle gomme.

    Red Bull RB9 è la più lenta di tutte

    Altri dati dai test invernali! Il fatto che al primo posto della classifica delle vetture più veloci nel rettilineo di Barcellona ci sia la Marussia spinta dal propulsore Cosworth fa capire quanto questi siano del tutto relativi. La vettura russa tocca 320,5 km/h ed è seguita da Ferrari, Sauber e Force India a 316. Che il problema non sia il motore Renault lo dimostra la Lotus che, assieme alla McLaren e alla Mercedes, sfiora i 315 km/h. La Red Bull, come anticipato, è ultima con 307,7 ed accusa un distacco di 5 km/h da Toro Rosso e Williams che la precedono. Come Schmidt, ricorda, però:“In Red Bull sanno benissimo che le gare non si vincono in rettilineo”.

    Vettel deluso dalle gomme

    Se il rettilineo boccia la Red Bull, è la percorrenza di curva ad esaltare l’ultima creazione di Adrian Newey. Gentile e precisa sul misto, in teoria non dovrebbe neanche avere problemi di eccessivo degrado degli pneumatici. Eppure Sebastian Vettel si lamenta proprio del rapporto tra macchina e Pirelli:“E’ stato difficile interpretare i cambiamenti e valutare i diversi assetti perché le gomme non si sono comportate in modo ottimale. Non posso dire nulla neanche dei tempi sul giro perché questi pneumatici influenzano in modo netto il passo gara”, ha dichiarato il tedesco.

    La Lotus conta gli avversari

    Kimi Raikkonen non sogna altro che una Red Bull in crisi per dare un vero assalto al titolo mondiale contando sulle forze della sua Lotus. Se la corazzata austriaca è in giornata, allora non c’è partita per nessuno. Se partono male, invece, la scuderia di Enstone prende coraggio. Sa che con Ferrari, McLaren e Mercedes può giocarsela alla pari. “Credo che a Barcellona potevamo fare anche noi certi tempi, se li avessimo cercati di più - ha dichiarato l’uomo di ghiaccio – Nostro obiettivo è essere costanti durante tutta la gara. Se ci riusciamo le chance di titolo aumenteranno”. Anche Eric Boullier gongola:“Ci stiamo avvicinando a quello che è il nostro obiettivo. E’ difficile fare pronostici oggi ma abbiamo sensazioni positive. Penso che saremo in grado di ottenere buoni risultati - ha azzardato il team principal della Lotus – Prevedo distacchi molto contenuti. C’è anche l’incognita gomme da non sottovalutare”.

    FOTO TEST INVERNALI F1 2013