F1 2013: Alonso chiede una Ferrari meno corretta e forte subito

da , il

    F1 2013: Alonso chiede una Ferrari meno corretta e forte subito

    Nella sua Madrid, Fernando Alonso partecipa ad uno degli ultimi eventi promozionali del 2012. Nell’occasione, lancia alcune importanti dichiarazioni che valgono come bilancio definitivo della stagione appena conclusa e come apertura della nuova annata 2013. Guardando al passato, parla così:“Per me è stato un anno perfetto, probabilmente irripetibile. Ha vinto Vettel. Lo ha fatto meritatamente perché ha fatto più punti di tutti”. Puntando alla nuova stagione, si ricollega all’ultimo ragionamento sui rivali per affermare:“Anche la Red Bull è stata brava perché ha sfruttato le pieghe del regolamento. Voglio una Ferrari più furba e più capace di interpretare le regole”.

    Alonso: “2012 anno perfetto, impossibile ripeterlo”

    Il ragionamento è semplice. Fernando Alonso sa che nel 2012 è stato un vero mostro di bravura. Spesso è andato oltre i propri limiti e quelli della macchina. Fare altrettanto anche nel 2013 sarà molto difficile. Per la nuova stagione avrà bisogno di una macchina forte che gli faciliti le cose. ‘”Sono molto felice della mia stagione - ha riportato la stampa spagnola citando il pilota della Ferrari - A fine stagione le sensazioni sono sempre diverse: a volte senti di aver fatto un buon lavoro, altre invece ti sembra che ti sia mancato qualcosa o che vorresti migliorare qualcosa in vista di quella successiva. Credo che questo sia stato un anno perfetto, quasi impossibile da ripetere nella mia carriera”.

    Vettel campione con merito, Ferrari fatti furba

    Per chiudere ogni residua polemica, Alonso dichiara:“Vettel è il giusto campione, ha fatto più punti degli altri, è sotto gli occhi di tutti”. L’asturiano non ha rimpianti. Sa che ha abbondantemente fatto più di quello che era lecito attendersi. Non è bastato, perché la Ferrari era decisamente meno forte della Red Bull:“Ci sono stati diversi episodi in cui le altre scuderie sono state al limite, noi no, ma questo è sempre successo e sempre succederà - ha ricordato – Anche noi, però, dobbiamo pensare entro i confini del regolamento cercando qualche limite, qualche lacuna, come fanno altre squadre, per cercare di migliorare le prestazioni”. Il due volte iridato vuole giocarsela ad armi pari con i colleghi e per questo necessita di una macchina capace di andare forte in qualifica e in gara:“Essere primi e secondi al sabato e alla domenica. Ci sono state scuderie che ci sono riuscite negli ultimi anni come la McLaren o la Red Bull o la stessa Lotus. Noi no”.

    Red Bull ancora favorita nel 2013

    “Cominciare peggio di quanto fatto quest’anno sarà impossibile - ha affermato Fernando Alonso al termine del suo intervento – anche se sicuramente la Red Bull, almeno all’inizio, sarà la favorita. Ha chiuso dominando e le regole saranno più o meno le stesse”. L’asso di Oviedo ha ricordato che nelle ultime gare le creazioni di Adrian Newey viaggiavano ad un ritmo di 6-8 decimi più veloci degli avversari:“Red Bull e McLaren hanno chiuso l’anno con abbastanza vantaggio su di noi e hanno già fatto un po’ di strada verso il 2013. Dobbiamo recuperare questo gap in due mesi, cosa che non è facile, per cui ci sarà molto lavoro da fare, dovremo fare gli straordinari in inverno ma il punto di partenza dovrebbe essere di gran lunga migliore rispetto all’ultima stagione quando prendevano 2,5 secondi al giro nei primi test”.