F1 2013, Autosport Awards: Vettel batte Alonso, Raikkonen, Hamilton e tutti gli altri

Gli Autosport Awards 2013 si sono tenuti a Londra ed hanno visto tra i premiati Sebastian Vettel per quel che concerne la Formula 1, la Red Bull RB9 come miglior macchina dell'anno ma anche Scott Dixon della IndyCar e Jimmie Johnson della Nascar oltre ad altri riconoscimenti minori

da , il

    La testata britannica Autosport si vanta di essere la più autorevole al mondo in tema di sport a motore. Tocca dar loro ragione. Non possiamo, quindi, non aprire una piccola finestra sulla serata da loro organizzata per premiare i più importanti protagonisti dell’annata agonistica appena conclusa. Gli Autosport Awards 2013 si sono tenuti a Londra ed hanno visto tra i premiati Sebastian Vettel per quel che concerne la Formula 1, la Red Bull RB9 come miglior macchina dell’anno ma anche Scott Dixon della IndyCar e Jimmie Johnson della Nascar assieme ad altri riconoscimenti minori.

    Vettel: “Godiamoci il momento”

    “Può essere un rischio avere un successo come il mio perché è facile abituarsi e poi diventa difficile accettare anche solo un secondo o un terzo posto. Ogni volta che non vinci è una delusione – ha dichiarato Sebastian Vettel dimostrando di avere i piedi ben saldi per terra nonostante i 4 titoli messi in bacheca a soli 26 anni – ragionare così, però, è un errore perché anche arrivare secondi non vuol dire aver fatto una brutta gara. Puoi comunque sentirti orgoglioso di quello che hai fatto. In questo momento per noi è importante apprezzare i successi ottenuti perché non sappiamo quanto ancora dureranno”. Oltre a Vettel, anche la Red Bull non lascia la serata a mani vuote: la RB9, infatti, ha vinto il premio come macchina dell’anno.

    Vettel sul 2014:”Spero la F1 non perda fascino”

    Vettel ha parlato anche della stagione 2014 con i nuovi motori V6 turbo:“Sono un po’ triste perché il mio primo test in F1 era con un V10. Fu un’esperienza incredibile. Poi l’anno dopo siamo passati ai V8 ed ho notato la differenza. Spero che non si vada più in basso dal punto di vista della potenza. Spero anche che non si perda l’emozione che causano i rombi dei motori”. Il tedesco non si sbilancia nell’ammettere le proprie aspettative:“E’ difficile sapere come andrà. Ogni squadra ed ogni costruttore di motori ha probabilmente un’idea di come dovrebbe essere ma nell’insieme sarà una sorpresa. Sono curioso di vedere quanti motori salteranno…“, ha concluso.

    Premi anche per Hamilton e Bianchi

    Lewis Hamilton è stato premiato come miglior pilota britannico così come gli era già successo nel 2007 mentre il francese della Ferrari Driver Academy, Jules Bianchi, è stato scelto come Rookie of the Year battendo la concorrenza di Valtteri Bottas, Esteban Gutierrez ed il compagno in Marussia Max Chilton. Altri riconoscimenti alla carriera sono toccasti a Niki Lauda e John Surtees. Ultima citazione la merita Matt Parry. Segnatevi questo nome: il ragazzo, 19enne, ha vinto la Formula Renault NEC ed ora ha la possibilità di effettuare un test con la McLaren di F1 oltre a ricevere una dote di 100.000 sterline da “spendere” per piazzarsi in un campionato più prestigioso.