F1 2013, nuovi motori: Ecclestone contro Todt

Formula 1: per l'anno 2013 saranno introdotti motori di nuova generazione: piccoli turbo 1

da , il

    F1 2013, nuovi motori: Ecclestone contro Todt

    Bernie Ecclestone non è d’accordo con Jean Todt in merito alla nuova regola sui motori che dovranno essere utilizzati in Formula 1 a partire dalla stagione 2013. Il patron del Circus non la manda a dire al presidente della FIA e, allineandosi alle perplessità già ampiamente espresse dal capo della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo, prova a far cambiare idea al governo della massima categoria motoristica. Ricordiamo che i nuovi motori saranno dei 1.6 turbo da 4 cilindri da realizzare col fine di ridurre i consumi.

    BERNIE ECCLESTONE. “Sono contro, contro, contro, contro il passaggio a questa piccola formula quattro”, ha pittorescamente commentato Bernie Ecclestone le scelte della FIA in materia propulsori. “Non ne abbiamo bisogno, sono cose piu’ adatte a gare di berline. Il resto sono fondamentalmente pubbliche relazioni, il mondo non ha nulla a che fare con la Formula 1. Questi cambiamenti saranno un costo terribile per la categoria. Sono sicuro che gli organizzatori perderanno un grande pubblico e sono piuttosto sicuro che perderemo le TV”, ha catastroficamente previsto.

    MOTORI F1 2013. La polemica sui nuovi motori 1.6 turbo da 4 cilindri non nasce adesso. Il leader del partito dell’opposizione è Luca di Montezemolo. Anche Ecclestone in passato aveva già espresso perplessità. Soprattutto legate al suono, previsto non all’altezza della massima categoria motoristica internazionale. “Non mi interessa se i motori saranno 1.6 o 1.8, sono preoccupato del suono – aveva detto Mr. E – Se perdessimo il suono della Formula 1, perderemmo un gran valore”. Todt lo aveva rassicurato rispondendo che è suo primario interesse che il suono dei motori di F1 resti emozionante come sempre.