F1 2013, test: Mercedes vola! Red Bull cerca le ali…

Sono finiti i test invernali della stagione 2013 di Formula 1

da , il

    F1 2013, test: Mercedes vola! Red Bull cerca le ali…

    I dodici giorni di test invernali della stagione 2013 di Formula 1 si sono conclusi. Ora è tempo di fare quei bilanci e quelle previsioni che ci accompagneranno fino all’avvio del campionato. I primi a parlare sono i più veloci di queste prove ed i campioni in carica. Nico Rosberg fatica a nascondere l’ottimismo ed apprezza i miglioramenti della sua Mercedes. Sebastian Vettel, invece, non ha grosse lamentele da fare ma, al tempo stesso, sembra dare l’impressione che alla sua RB9 manchi il guizzo. Quel guizzo che nella seconda parte del 2012 gli ha consentito di primeggiare su tutti e mettere le mani sul terzo alloro iridato consecutivo.

    Rosberg: “Non mi fido dei nostri rivali”

    Nico Rosberg è contento dei risultati ottenuti, culminati con il miglior tempo assoluto dei test invernali ottenuto oggi. Secondo il pilota della Mercedes, però, gli avversari avrebbero potuto giocare con la pretattica:“Sono soddisfatto ma penso che i nostri rivali si stiano nascondendo - ha affermato ai giornalisti presenti a Barcellona – I nostri risultati cronometrici vanno presi con le molle perché non sappiamo che tipo di lavoro hanno fatto gli altri team. Siamo convinti che i nostri avversari non abbiano ancora svelato il loro reale potenziale”. Rosberg annota con piacere che la sua W04 ha fatto grandi progressi nel corso del mese di febbraio:“Siamo migliorati e sono contento. L’anno scorso soffrivamo troppo il degrado gomme mentre quest’anno le cose sembrano molto meglio. Anche sul fronte dell’affidabilità ci sono stati progressi. Per il momento posso solo dire di essere felice ma non mi sentirete mai dire che noi siamo davanti a tutti”, ha concluso scaramantico. L’ottimismo di Rosberg ricalca quello palesato da Lewis Hamilton meno di 24 ore fa.

    Vettel non è soddisfatto

    Secondo alcuni addetti ai lavori sono proprio quelli della Red Bull i più attenti a fare pretattica. I due piloti hanno accumulato pochi chilometri rispetto alla concorrenza e, a ben vedere, non si sono apprezzate grosse novità tecniche. Adrian Newey ha voglia di tenersi gli assi migliori ancora nella manica oppure, dopo tanti anni di successi, viene difficile trovare ancora qualcosa da migliorare su questa Red Bull? Ascoltando le parole dette da Vettel alla stampa internazionale, verrebbe da propendere per la seconda ipotesi:“Non abbiamo fatto i chilometri che ci aspettavamo. Se dovessi riassumere tutti i test, direi che tutte le macchine sono state limitate dagli pneumatici. Abbiamo faticato a capire alcuni comportamenti della vettura in rapporto ai cambiamenti di assetto. Non siamo riusciti a trovare la giusta direzione”. Il tedesco punta il dito contro le gomme Pirelli:“Al momento c’è molta confusione a causa di questi pneumatici che influenzano notevolmente il ritmo”, ha concluso.