F1 2013, Van Der Garde è pilota Caterham! Force India non punta su Bianchi

da , il

    F1 2013, Van Der Garde è pilota Caterham! Force India non punta su Bianchi

    La Caterham ha ufficializzato il nome del pilota che affiancherà Charles Pic nella stagione 2013 di Formula 1. L’olandese Giedo van der Garde ringrazia lo sponsor McGregor e conferma in pieno le indiscrezioni delle ultime settimana. Alla fine, dopo un anno da terzo pilota, è arrivata l’agognata promozione. Diventa più nebuloso, invece, il rapporto tra la Jules Bianchi e la Force India. Il team di Vijay Mallya, ancora alla ricerca del secondo pilota, ha fatto sapere che il francese è visto bene solo nel ruolo di riserva. Non come titolare. Questo complica di molto i piani del giovane protetto dalla Ferrari e lancia alle stelle le possibilità di un ritorno con gli indiani per Adrian Sutil.

    Van Der Garde: “Felice della Caterham, ringrazio il mio sponsor!”

    Visto che uno sponsor paga per avere visibilità, Giedo van der Garde non ha nessuna intenzione di nascondere l’aiuto economico ricevuto. E’ grazie a quello che ha ottenuto la promozione da riserva a titolare della Caterham per la stagione 2013 di Formula 1. “Sono felice di dare l’annuncio che nel 2013 sarò in Formula 1 con la Caterham. Per questo devo ringraziare il team principal Cyril Abiteboul, Tony Fernandes e il mio sponsor McGregor - ha dichiarato l’ex pilota GP2 che vanta una piccola esperienza in F1 già nel periodo 2007-2008 con la Spyker - Mi sento pronto per questo passaggio visto che ho accumulato tanto lavoro nel corso della mia carriera e nell’ultimo anno ho lavorato già con i ragazzi del team e integrandomi con loro”.

    Force India: a Bianchi offerto il ruolo di riserva

    La Force India non crede nelle doti di Jules Bianchi come pilota titolare. Almeno per il momento. “I nostri piani erano quelli di continuare con Paul e Nico (Di Resta e Hulkenberg, ndr) anche per il 2013 – ha dichiarato ad Autosport un portavoce della squadra di Silverstone – lasciando a Jules due anni di lavoro come terza guida. Non è che non pensiamo che non sia pronto per essere titolare ma dobbiamo valutare bene la questione. In ogni caso, non abbiamo fretta di fare il nome di chi sarà il nostro secondo pilota e chi farà la riserva. Realisticamente faremo un annuncio in occasione dei test di Barcellona del 19 febbraio”. E’ questa l’affermazione che allontana Bianchi dalla corsa per il secondo sedile della vettura di Vijay Mallya. Il giovane di proprietà della Ferrari era uno dei favoriti. L’altro nome credibile che resta in corsa, salvo colpi di scena, è quello di Adrian Sutil. Unica insidia per il tedesco è rappresentata dai dollari di Bruno Senna. Bianchi, dal canto suo, ha già ricoperto il ruolo di terzo pilota nel 2012 guidando per 9 occasioni nel venerdì delle prove libere, evidentemente senza impressionare particolarmente i vertici del team indiano.