F1 2014, Ferrari – Montezemolo: Alonso e Raikkonen possono essere pericolosi

La prima foto ufficiale di Kimi Raikkonen con la polo della Ferrari in versione stagione 2014 di Formula 1 ha già fatto il giro del web

da , il

    F1 2014, Ferrari – Montezemolo: Alonso e Raikkonen possono essere pericolosi

    Foto: Ferrari

    La prima foto ufficiale di Kimi Raikkonen con la polo della Ferrari in versione stagione 2014 di Formula 1 ha già fatto il giro del web. Sul possibile pessimo rapporto dell’uomo di ghiaccio con il bollente spirito di Fernando Alonso è intervenuto persino il presidente Luca di Montezemolo a confermare che la questione è ben chiara all’interno della scuderia italiana. Per vincere, però, tocca prendersi qualche rischio. Anche quello di avere una coppia esplosiva nel box.

    Guarda anche:

    In precedenza, l’aveva già battezzata come la coppia più forte del mondo assieme a Rosberg-Hamilton. Intervistato dalla Reuters, Montezemolo parla così del duo Alonso-Raikkonen:“Kimi e Fernando assieme può essere anche pericoloso. Ma in Formula 1 tutto ha un potenziale pericoloso. Fernando sa che non è qui per correre per sé stesso ma per la Ferrari. Kimi sa che si trova nella seconda metà della sua carriera e che avrà due anni molto importanti davanti”. Il garante dell’armonia del team, nonché colui il quale ha spinto affinché Raikkonen tornasse in Italia è Stefano Domenicali:“Ha parlato molto chiaramente con entrambi. Hanno l’onore e la responsabilità di guidare per la Ferrari e ogni pilota è a conoscenza che deve guidare per la squadra, non per se stesso. Un pilota che sceglie di guidare per se stesso può farsi una propria squadra o andare altrove. Questa è la regola in Ferrari”, ha concluso Montezemolo.

    Montezemolo: dubbi sul budget cap

    Altro tema caldo al presidente della Ferrari è quello della gestione dei costi. Alcuni vogliono porre limiti molto restrittivi, altri preferiscono mantenere gli attuali squilibri tra top team e squadre minori. “Per la prima volta si è detto che dobbiamo definire un limite – ha affermato Montezemolo ad Autosport commentando l’ultimo incontro tra scuderie e governo della F1 – Ma nutro dubbi perché è molto facile eludere questo limite. Anche per la Ferrari: potrei andare a chiedere alla Chrysler di fare qualcosa per noi. Dobbiamo fare qualcosa ma la soluzione non è semplice”. Parere sfavorevole anche al concetto di ‘pilota pagante’:“Non ho mai visto squadre reggere a lungo contando sui soldi dei loro piloti. Tranne Raikkonen in Ferrari, tutti i cambi di casacca di quest’anno sono avvenuti in questa logica. Questo discorso vale per Force India, Sauber, Lotus e Williams…”