F1 2014: numeri e statistiche prima delle ferie

Tutte le statistiche e i numeri della Formula 1 2014

da , il

    F1 2014: numeri e statistiche prima delle ferie

    La Formula 1 2014 si appresta ad andare in vacanza. Per due settimane le fabbriche dovranno necessariamente chiudere i battenti e lasciare un po’ a riposo tecnici e ingegneri. Intanto, dopo la vittoria di Daniel Ricciardo nel Gran Premio d’Ungheria possiamo dare un’occhiata a numeri e statistiche. Partendo proprio dalla grande prova dell’australiano che regala al team di Dietrich Mateschitz la vittoria numero 49 della propria storia, dobbiamo registrare un rapporto addirittura di 8 a 2 a favore di Daniel nello scontro diretto con l’ormai ex-uomo dei record Sebastian Vettel.

    Tutti i record

    Non è eccezionale la gara numero 100 della Mercedes. In una stagione dominata e costellata da fantastiche doppiette, arriva il peggio risultato dell’anno con un misero terzo posto firmato Lewis Hamilton. Il pilota britannico diventa il primo a riuscire nell’impresa di salire due volte di fila sul podio partendo ultimo e supera di soli 3 km (1.218 contro 1.215) Michael Schumacher come colui che è stato più a lungo al comando sul circuito dell’Hungaroring.

    RISPONDI ALLE NOSTRE DOMANDE SU FERNANDO ALONSO!

    Il secondo podio stagionale di Fernando Alonso fa salire lo spagnolo a quota 97 in carriera. Meglio di lui hanno fatto solo Michael Schumacher con 155 e Alain Prost con 106. In questa speciale classifica, Lewis Hamilton sale a 63 e mette nel mirino Sebastian Vettel che, con 64 podi, è settimo assoluto. Il pilota Ferrari, nonostante una stagione non brillante, è l’unico ad essere andato sempre a punti. Considerando anche le gare del 2013, sono 14 gli arrivi consecutivi tra i primi 10. Ancora niente di eccezionale, comunque, se si pensa che il primato in questo caso appartiene a Kimi Raikkonen con ben 27. La Rossa ha come unico vero punto di forza l’affidabilità. Ne abbiamo conferma dal record, ancora in corso, di 78 gare consecutivamente a punti con almeno uno dei due piloti.

    Tornando su Alonso, autore della maggior parte delle buone cose targate Ferrari degli ultimi anni, in Ungheria è salito al comando di una gara per l’84esima volta in carriera eguagliando Alain Prost ed avvicinando Ayrton Senna fermo ad 86. Il record è di Schumacher con 142. Un risultato raggiunto in coabitazione con il Kaiser è quello del maggior numero di podi conquistati senza scattare dalla prima fila: 66 per entrambi.