F1 2014, Red Bull: tour de force da 18 ore al giorno! E Vettel giura fedeltà al team

F1 2014: la Red Bull non va sottovalutata nonostante dei test pre-stagione disastrosi

da , il

    F1 2014, Red Bull: tour de force da 18 ore al giorno! E Vettel giura fedeltà al team

    I test invernali della Red Bull sono stati disastrosi. Lo sanno tutti. L’avvio di stagione 2014 di Formula 1 mette il team 4 volte campione del mondo nella situazione di presentarsi a Melbourne per il Gran Premio d’Australia con una macchina ben lontana dalla competitività massima e con l’ambizione di sperare nei ritiri altrui per raccogliere comunque qualche punto iridato! Il tutto, ovviamente, a patto che la RB10 riesca a vedere la bandiera a scacchi. Puntando sul migliorare l’affidabilità a dispetto delle prestazioni, gli uomini di Milton Keynes sono alle prese con un vero tour de force da oltre 18 ore al giorno di lavoro! “Se in molti non arriveranno al traguardo, allora forse potremmo raccogliere dei punti”, è stata l’allarmante ammissione di Sebastian Vettel.

    Il nodo più importante da sciogliere riguarda la gestione elettronica del power unit Renault. “Abbiamo molto da fare e il gruppo che lavora sul sistema elettronico è costretto a turni di 18 ore al giorno. La macchina non si comporta bene in pista. La potenza arriva all’improvviso e non siamo in grado di gestirla”, ha dichiarato Helmut Marko a Sport Bild. Nonostante un avvio in difesa, però, molti autorevolissimi attori del Circus credono che la Red Bull sarà ancora l’avversario da battere. Magari tra qualche mese. Intanto, pur di non lasciare nulla di intentato, gli austriaci hanno anche chiesto aiuto ai cugini della Toro Rosso per avere lumi sulla gestione ottimale del sistema brake-by-wire

    Vettel: fedeltà alla Red Bull

    “Non sono una persona che scappa davanti alle difficoltà. Nello sport ci sono anche dei valori come la lealtà e l’onesta – ha dichiarato Sebastian Vettel alla Bild mettendo a tacere ogni speculazione su una sua trattativa con altre scuderie – certe cose non vanno dimenticate soprattutto quando le cose non vanno bene. Siamo stati il team più vincente degli ultimi anni e, insieme, continueremo a lottare”. Squadra che vince non si cambia vale anche per la Red Bull che, tramite Chris Horner, ha smentito la presenza di una trattativa con la Honda per la fornitura dei motori:“C’è grande fiducia e non stiamo pensando a fare altri accordi”, si legge sul Telegraph.

    Ricciardo non molla il sogno

    Da sogno a incubo e ritorno. E quello che spera Daniel Ricciardo. Neanche la soddisfazione di entrare nel team più forte del momento che la Red Bull sprofonda nella crisi. “So che i ragazzi ce la stanno mettendo tutta - ha dichiarato in occasione di un evento promozionale – per Melbourne speriamo di vedere innanzitutto la bandiera a scacchi e poi di ottenere qualche punto. Quando ho firmato pensavo di poter lottare per il titolo ma penso sia presto per dire che sia impossibile. Non voglio demotivarmi. E poi ho sempre un grande obiettivo: battere Seb. Non lo prenderò a calci alla prima gara ma, tra noi due, è lui quello che ha più da perdere”.

    Riparte il Fanta F1 di Derapate!

    Gp Valencia 2012, la gara

    Eccoci di nuovo a parlare del FantaF1. Il tradizionale gioco on line di Derapate.it riparte con la nuova stagione di Formula 1. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: iscriversi è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!