F1 2018, nuova Red Bull RB14: presentazione con livrea provvisoria

Livrea camouflage per la nuova Red Bull RB14 che si candida a protagonista della stagione 2018 di F1

da , il

    F1 2018, nuova Red Bull RB14: presentazione con livrea provvisoria

    La Red Bull ha alzato i veli sulla RB14 che si preannuncia protagonista della stagione 2018 di Formula 1 con Max Verstappen e Daniel Ricciardo.

    La presentazione della monoposto firmata da un Adrian Newey tornata al 100% coinvolto nel progetto Red Bull F1 mostra un’insolita livrea destinata a stupire gli appassionati ma, soprattutto, nascondere – grazie anche all’uso di photoshop – alcune delle soluzioni tecniche più innovative partorite dalla mente del geniale direttore tecnico britannico.

    Guarda anche:

    Red Bull RB14: Newey torna a ruggire

    Adrian Newey ha migliorato ed evoluto alcuni concetti già espressi con la RB13 andando ad ispirarsi nientemeno che alla Ferrari SF70H in particolare per quel che riguarda la zona di ingresso dell’aria nelle pance e sotto il corpo vettura. Con la sola eccezione dell’attacco della sospensione, sono meno evidenti, invece, le novità all’anteriore dove si trova la conferma dell’S-duct ed un’ala che sarà sicuramente molto rivista da qui al debutto stagionale di Melbourne. Al posteriore è ribadita la tendenza degli ultimi anni della rastremazione estrema al fine di ridurre gli ingombri. Piuttosto basica, infine, appare l’applicazione del sistema Halo attorno alla testa dei piloti.

    L’impressione generale, basata non tanto sui fatti quanto sui rumours dell’ambiente, è che il motore Renault firmato Tag Heuer che spingerà la RB14 sarà quasi a livello di Ferrari e Mercedes. Con un Newey tornato a ruggire forte e ben ispirato, con due piloti scatenati come pochi altri in girlia, le lattine volanti potranno davvero tornare a dare noi a tutti. Mercedes compresa.

    RB14 camuffata per i primi test

    La vera livrea della Red Bull RB14 sarà probabilmente svelata in occasione della prima gara della stagione 2018 di Formula 1. La scuderia di Milton Keynes ha deciso di dare qualche grattacapo in più ai rivali curiosi photoshopppando le foto ufficiali e mandando in pista Daniel Ricciardo per lo shakedown con una livrea camouflage. L’australiano ha saggiato il comportamento della nuova vettura sulla pista di Silverstone sotto un bel diluvio che sicuramente non ha consentito al team di elaborare dati particolarmente interessanti ma, perlomeno, ha dato modo di verificare la correttezza dell’assemblaggio delle varie componenti.