F1 a Singapore: McLaren non spacciata

Formula 1: McLaren non in pessima forma nelle prove libere del Gran Premio di Singapore

da , il

    F1 a Singapore: McLaren non spacciata

    McLaren in crescita a Singapore. Sul circuito Marina Bay si pensava di trovare Lewis Hamilton e Jenson Button molto più in affanno di quanto la prima giornata di prove libere non abbia mostrato. Certo, c’è ancora molto da lavorare nel box degli inglesi. Ma si intravede qualche spiraglio di ottimismo. Il segreto è spiegato dal capo degli ingegneri Philip Prew che racconta i benefici del nuovo pacchetto aerodinamico studiato per le pista ad alto carico come il Marin Bay. “Questo è un grande fine settimana perché dobbiamo migliorare le nostre prestazioni su questo tipo di circuiti dopo il pessimo risultato avuto in Ungheria”, ha detto Prew.

    MCLAREN. In Ungheria, ultima uscita della F1 su un circuito da alto carico, la McLaren ha raccolto un misero ottavo posto con Jenson Button ed addirittura un ritiro con Lewis Hamilton nelle prime fasi di gara. Con 5 GP ancora da disputare, non si può regalare nulla agli avversari e gli uomini di Woking hanno studiato alcune soluzioni ad hoc per le piste con alto carico. A Singapore è giunto il momento di valutare il frutto del proprio lavoro. “Entro la fine della stagione abbiamo intenzione di portare sulla vettura alcuni importanti aggiornamenti. Vogliamo apportare questi cambiamenti perché siamo certi che possano portare stabilità e maggiore aderenza alla vettura, fondamentali da sfruttare in gran premi tipo quello di Singapore”, ha affermato Prew.

    LEWIS HAMILTON. Che la direzione intrapresa non sia sbagliata lo conferma Lewis Hamilton:“Siamo ragionevolmente vicini; siamo competitivi; c’è ancora tempo per migliorare quindi sono ottimista - ha detto al termine delle prove libere - Credo che saremo in grado di competere con i ragazzi che sono lì davanti oggi. Le Red Bull non sono sicuramente imbattibili qui. OK, sono molto veloci nel secondo e terzo settore, quindi dovremo lavorare duramente per recuperare tempo lì, ma sono particolarmente ottimista riguardo le nostre possibilità di riuscirci”

    JENSON BUTTON. “La vettura ha funzionato piuttosto bene. Ci sono ancora alcuni miglioramenti da apportare, ma mi sento a mio agio”, rilanciato dal bel secondo posto di Monza, Jenson Button spera di far fruttare al meglio le proprie doti di opportunismo e visione di gara nel complicato GP di Singapore:“Abbiamo visto oggi che, dopo la pioggia, la pista non si asciuga molto velocemente, e molta acqua rimane in pista. E’ piuttosto insidiosa, è difficile vedere quali parti della pista sono bagnate a causa dei riflessi. Speriamo di non avere altra pioggia in questo weekend, perchè sul bagnato non è bello guidare”, ha spiegato il campione del mondo in carica.