F1, Alfa Romeo Racing svela la nuovo monoposto 2020 di Raikkonen e Giovinazzi

La C39 - questo il nome scelto per la vettura 2020 - si è mostrata in pit-lane a Barcellona: tornano i tradizionali colori bianco e rosso con importanti novità tecniche sulle due monoposto

da , il

    alfa romeo racing

    L’Alfa Romeo Racing si era già messa in evidenza in pista – con livrea camouflage – nel giorno di San Valentino, ma adesso è arrivata la presentazione ufficiale per l’auto del Biscione: il teatro ideale è stato il paddock di Barcellona dove la scuderia di Hinwil ha deciso di svelare al mondo livrea e forme della monoposto che prenderà parte al mondiale 2020 con al volante Kimi Raikkonen e l’italiano Antonio Giovinazzi con Robert Kubica che sarà il pilota di sviluppo.

    Alfa Romeo Racing torna ai colori tradizionali

    alfa romeo racing presentazione
    Getty images | di Mark Thompson

    La C39, questo il nome scelto per la vettura, diretta erede della C38 del 2019, come prevedibile abbandona la livrea mostrata nello shakedown di Fiorano per abbracciare la classica colorazione bianco e rossa con la scomparsa della linea blu e qualche elemento nero in più rispetto al passato. Giulia e Stelvio, questo il nome scelto per le due monoposto che omaggia la gamma Alfa Romeo Stradale, saranno quindi guidate da Kimi Raikkonen, campione del mondo 2007 con la Ferrari, e da Antonio Giovinazzi, l’italiano che dopo un avvio in chiaroscuro è riuscito a guadagnarsi la riconferma con un finale 2019 da applausi. Terzo pilota, invece, sarà Robert Kubica con il polacco che in attesa del debutto nel mondiale DTM, ha accettato il ruolo da sviluppatore della C39.

    Se nell’estetica le modifiche rispetto al passato sembrano minime, lo stesso non si può dire per quelle tecniche con la nuova Alfa Romeo Racing che mostra un importante allargamento delle pance laterali, anche rispetto alle concorrenti, oltre a profili alari inediti e un retrotreno molto stretto. Per l’Alfa Romeo Racing dovrà essere la stagione della conferma dopo le buone prestazioni di un 2019 comunque positivo per il team del Biscione anche se il team principal, Frederic Vasseur, preferisce volare basso: “L’obiettivo è fare meglio del passato, siamo in crescita e dobbiamo migliorare in ogni area dell’azienda. Questo è un progetto a tempo indeterminato, non c’è un particolare traguardo al momento. Abbiamo già fatto un grande passo rispetto a dove eravamo nel 2018 ma non dobbiamo fermarci” sono state le sue parole.