F1, Alonso ricattò la McLaren per sabotare Hamilton

Formula 1: nella sua ultima biografia Bernie Ecclestone rivela un retroscena della stagione 2007 di F1, quella del duello in McLaren tra Alonso e Hamilton

da , il

    F1, Alonso ricattò la McLaren per sabotare Hamilton

    La rivalità tra Fernando Alonso e Lewis Hamilton del 2007 è già passata alla storia della Formula 1. Bernie Ecclestone prova ad arricchirla di ulteriori particolari mettendoci sopra un carico da novanta! Nella sua ultima biografia, il patron del Circus racconta di aver saputo che nella seconda parte della stagione, in piena bagarre per la conquista del titolo mondiale, Alonso chiese a Ron Dennis di sabotare lo scomodo ed impertinente compagno di squadra. Nel caos della spy-story, la sorte finì per dare ragione all’outsider Kimi Raikkonen. Su quell’annata restano insoluti molti misteri.

    ALONSO-HAMILTON. Sui fatti della stagione 2007 di Formula 1 c’è sufficiente materiale per scrivere un romanzo di spionaggio degno del miglior Carlo Lucarelli. C’è una spy-story sullo sfondo. C’è una rivalità fantastica in primo piano. Quella tra Fernando Alonso, il campione affermato, e Lewis Hamilton, il debuttante dal talento sconfinato. C’è un team che si comporta in modo goffo, la McLaren, distratta dalle indagini extrasportive che la porteranno a vedersi annullati tutti i punti raccolti nel campionato costruttori. A quasi quattro anni di distanza, l’uomo più rappresentativo della Formula 1, Bernie Ecclestone, pubblica una biografia da titolo “No Angel: The Secret Life of Bernie Ecclestone” nella quale racconta un retroscena destinato a riaprire il dibattito. Fernando Alonso chiese a Ron Dennis di sabotare Lewis Hamilton. Il giovane pilota inglese si era spinto troppo in avanti nel suo primo anno di F1.

    BERNIE ECCLESTONE. Mr. F1 ripercorre i fatti di quella stagione focalizzando l’attenzione sul Gran Premio di Ungheria. Durante le qualifiche Alonso ottiene la pole position ma, in netta protesta con un presunto favoritismo da parte del team McLaren nei confronti di Lewis Hamilton, decide di rallentarlo in corsia box impedendogli di fare il suo ultimo giro veloce. A quel punto l’asturiano viene retrocesso dai commissari di gara per comportamento scorretto. Sul fronte interno alla squadra, si rompe definitivamente ogni rapporto tra lo spagnolo e Ron Dennis. In possesso della verità sul caso spy-story (un tecnico McLaren è venuto in possesso di informazioni industriali sulla Ferrari dall’incalcolabile valore), Alonso minaccia Dennis. O la squadra sabota Hamilton o lui spiffera tutto alla FIA. Nel libro si legge che il due volte iridato avrebbe chiesto ai capi della scuderia di Woking di lasciare il rivale senza benzina. In attesa che qualcuno smentisca, Ecclestone è riuscito a colpire nel segno: creare maggiore attenzione attorno al suo giocattolo, rilanciando una rivalità ultimamente di molto diminuita di intensità.