F1, Ferrari: Alonso ringrazia la pioggia

Formula 1: Fernando Alonso e la Ferrari si dicono tutto sommato contenti del fatto che sia arrivata la pioggia

da , il

    F1, Ferrari: Alonso ringrazia la pioggia

    La sessione di qualifiche del Gran Premio del Giappone di F1 è stata posticipata a domenica mattina alle ore 10 di Suzuka, vale a dire le 3 di notte italiane. La notizia è presa in modo positivo da Fernando Alonso. In quel momento la pista dovrebbe essere ancora bagnata ma non allagata. L’ideale per limitare lo strapotere Red Bull sull’asciutto e sperare di ottimizzare il buon comportamento della Ferrari F10 con gomme intermedie e assetti da pista “dry”. Per la gara, infatti, salvo imprevisti, sarà di nuovo il momento dei pneumatici slick.

    FERNANDO ALONSO. Il pilota Ferrari non ha preso male la decisione di farsi, in totale, un solo giro di pista nel sabato di Suzuka e di rimandare le qualifiche del GP del Giappone a domenica mattina:“Le condizioni erano impossibili. Se le qualifiche si svolgeranno sul bagnato, ci saranno speranze per diversi team: sull’asciutto, la Red Bull forse è troppo forte”. Poche parole per un concetto chiaro:“Io non ho preferenze, ma forse sull’asciutto la Red Bull è troppo forte. Le qualifiche bagnate aprono spiragli per altri team, anche se aumentano le insidie per tutti. Noi abbiamo bisogno di fare un buon bottino di punti, miriamo al podio”.

    FERRARI. Che nel box Ferrari regni un certo ottimismo lo si capisce dalle dichiarazioni di Stefano Domenicali. Il team principal del Cavallino oltre a dover organizzare una intensissima domenica, trova il tempo per dispiacersi di qualcosa. Di qualcosa di piuttosto banale:“Ci dispiace tantissimo per le migliaia di spettatori che avevano sfidato le previsioni meteorologiche avverse ed erano accorse sugli spalti per seguire una sessione di qualifica che si preannunciava emozionate”. Se questi sono i problemi che ronzano nella testa del capo della gestione sportiva, i tifosi della Rossa, quelli sul divano, possono dormire sonni tranqulli…

    ULTIM’ORA – AFGHANISTAN. A seguito della morte di quattro soldati italiani in Afghanistan la Ferrari ha fatto sapere che nella gara di domani tutta la squadra avrà il lutto al braccio e vi sarà un segno analogo sulle monoposto.