F1, Ferrari: Sutil-Kubica, duello per la terza guida?

Formula 1: secondo le ultime indiscrezioni sono due nomi pesanti a giocarsi il ruolo di terzo pilota Ferrari per il 2012

da , il

    F1, Ferrari: Sutil-Kubica, duello per la terza guida?

    Il mercato piloti per la stagione 2012 di Formula 1 è giunto agli sgoccioli. Non è strano, quindi, che l’interesse di tifosi e addetti ai lavori si focalizzi sul nome del misterioso terzo pilota della Ferrari. La domanda da porci oggi non è “chi sarà” la terza guida ma, semmai, perché c’è tanta nebbia attorno a questa figura. La risposta è ben complessa e parte da due considerazioni tanto importanti quanto ormai arcinote. Uno: molto difficilmente Felipe Massa sarà ancora a Maranello dal 2013. Due: la terza guida del 2012 ha buone possibilità di diventare il titolare nell’anno seguente.

    PILOTI FERRARI F1 2012. Approfondiamo l’argomento piloti Ferrari partendo da un dato di fatto difficilmente contestabile: la scuderia italiana vuole Kubica ed è disposta ad attenderlo per tutto il 2012 ben consapevole che, anche nel caso in cui il polacco si presentasse in gran forma tra qualche mese, non potrà fornirgli un sedile da titolare se non tra 12 mesi. Kubica, però, è un’opzione pericolosa. Pericolosa perché non si conoscono i veri tempi di recupero e le reali prospettive in termini di prestazioni dopo l’incidente. Pericolosa perché non sarà verosimilmente pronto per guidare ai massimi livelli fino a stagione inoltrata. Pericolosa perché mettere due galli nello stesso pollaio, vedi la convivenza con Fernando Alonso, può dare risultati non in linea con la filosofia Ferrari. Molto meglio, allora, virare su Adrian Sutil. Perché no? E’ un pilota discreto ma non un fenomeno. Può dare un contributo nel campionato costruttori senza impensierire la prima guida consacrata nella lotta per il mondiale piloti. Montezemolo ha dichiarato:“Mi piacciono i piloti tedeschi”. Ed ha citato due nomi impossibili come Rosberg e Hulkenberg. Il manager di Sutil ha smentito ogni trattativa:“Andare in Ferrari è un sogno per ogni pilota ma non ci sono stati contatti con Maranello”. Perché mai, allora, l’ex pilota Force India non ha ancora messo l’autografo sul contratto che lo legherebbe alla Williams? Cosa sta aspettando. Starà mica valutando come procede il recupero di Robert Kubica? Sarà mica in attesa di scoprire se il pilota polacco lo supererà in extremis, facendo valere l’opzione che lo legherà al Cavallino Rampante per gli anni a venire? Sono queste le domande che gli addetti ai lavori si stanno ponendo in queste settimane. Domande alle quali neanche il presidente Montezemolo, nel consueto incontro con i giornalisti avvenuto nel periodo natalizio, ha dato risposte convincenti. Altrimenti, non saremmo ancora qui a parlarne…