F1, Ferrari e Vettel lontani: per la sostituzione Ricciardo e Sainz in pole

La scuderia italiana ha offerto il rinnovo al tedesco, ma a cifre inferiori rispetto a quelle percepite attualmente. Dovesse rifiutare pronti Ricciardo o Sainz

da , il

    Ferrari e Sebastian Vettel vicini all'addio

    Non tutte le storie d’amore hanno un lieto fine. Quella tra la Ferrari e Sebastian Vettel rischia di essere una di quelle: il tedesco, arrivato a Maranello per ripercorrere le orme di Michael Schumacher e forte dei suoi quattro titoli mondiali in bacheca, ha dovuto fare i conti con una realtà ben diversa da quella che si aspettava. Al volante della Rossa, infatti, ha raccolto – almeno fino ad ora – più dolori che gioie e con la possibilità che il suo grande sogno, ossia diventare campione del mondo con la Ferrari, rimanga tale.

    Offerta di rinnovo per il tedesco, ma al ribasso

    L’epidemia di coronavirus ha messo in stand-by il mondiale 2020, forse l’ultima occasione per Vettel di tentare l’assalto mondiale. In casa Ferrari, però, ha già iniziato a brillare la stella di Charles Leclerc e, con il contratto in scadenza, sembra sempre più probabile che questa possa essere l’ultima stagione del tedesco a Maranello. La Rossa, come riportato dai media tedeschi, ha offerto a Vettel il rinnovo, ma a cifre inferiori rispetto a quelle attualmente percepite – anche a causa della situazione causata dall’epidemia -, una cosa che starebbe facendo riflettere il quattro volte campione sulla possibilità di rimanere o meno legato alla scuderia italiana. Tra i contro, inoltre, c’è anche la presenza sempre più ingombrante di Leclerc che non rappresenta solo il futuro, ma anche il presente: un compagno scomodo per Vettel che, risultati alla mano, non è riuscito a contrastare finendogli alle spalle nella scorsa stagione.

    Ricciardo o Sainz al suo posto?

    Qualora il tedesco decidesse di non accettare uno stipendio inferiore facendo così le valigie la Ferrari avrebbe già pronto il piano B: tra i piloti in pole position per sostituire il tedesco ci sarebbero, infatti, Daniel Ricciardo e Carlos Sainz Jr. L’australiano già in passato era stato accostato alla Ferrari e, nonostante il contratto che lo lega alla Renault, difficilmente rifiuterebbe una chiamata da Maranello. Stesso discorso per lo spagnolo che potrebbe scambiarsi il sedile proprio con il quattro volte campione del mondo. L’unica scuderia nella quale attualmente Vettel potrebbe andare, escludendo un clamoroso ritorno in Red Bull ma sempre da seconda guida visto che Max Verstappen sembra intoccabile, è proprio la McLaren. Ci sarebbe anche Antonio Giovinazzi, pilota attualmente in forza all’Alfa Romeo Racing, ma sembra ancora un po’ acerbo per giocarsi il titolo mondiale con la Rossa. La storia tra la Ferrari e Vettel potrebbe dunque giungere al capolinea, il 2020 potrebbe essere veramente l’ultima occasione per coronare un sogno che, almeno per ora, è rimasto tale.