F1 GP Stiria, Prove libere 1: sorpresa Perez, le Ferrari ancora attardate

Nella prima sessione è il messicano con la Racing Point a prendersi la luce dei riflettori precedendo Verstappen e Bottas. Più indietro le Rosse che si presentano con una nuova ala e un nuovo fondo

da , il

    Sergio Perez durante le prove libere del GP di Stiria

    La Formula 1 torna in pista, ancora una volta in Austria. Scherzi del calendario, rivisto per far fronte all’emergenza Covid-19 che ripropone quindi ancora una volta il tracciato del Red Bull Ring come palcoscenico per la seconda prova del mondiale 2020. A dominare la prima sessione, però, non sono né Mercedes né Ferrari, ma la sorpresa Racing Point che, grazie a Sergio Perez, si prende le luci della ribalta mettendosi a guidare il gruppo.

    Perez mattatore, Ferrari in pista con novità importanti

    Il miglior tempo, quindi, è quello della vettura rosa guidata dal messicano, capace di chiudere il suo miglior giro in 1:04.867. Un tempo già buono ma che potrà essere migliorato nella seconda sessione di prove, particolarmente importante alla luce delle previsioni meteo che per le qualifiche, prevedono acquazzoni che mettono a rischio anche la disputa della prova. Secondo tempo, invece, per Max Verstappen che rimedia un distacco di 96 millesimi dal leader, e terzo per Valtteri Bottas, primo delle Mercedes e vincitore della prima prova, a dimostrazione che il finlandese apprezza particolarmente il circuito austriaco. Più indietro le due Rosse, un po’ nascoste, con Sebastian Vettel a prendersi il 10° tempo e Charles Leclerc a chiudere con il 12°. Buoni segnali per la Ferrari, però, a livello delle novità provate con una nuova ala anteriore e un nuovo fondo che, almeno nelle intenzioni, dovrebbero permettere ai due piloti di accorciare il gap alle Mercedes.

    Positiva anche la prova di Lewis Hamilton che, senza spingere troppo, ottiene il quarto tempo davanti a Lance Stroll su Racing Point e Alexander Albon su Red Bull. A completare la top ten, poi, ecco Sainz, Gasly, Ricciardo e appunto Vettel. Due novità rispetto ad una settimana fa. Antonio Giovinazzi, infatti, ha lasciato spazio a Robert Kubica al volante dell’Alfa Romeo Racing mentre sulla Williams non ha girato George Russell bensì Jack Aitken.