F1 in Giappone, Ferrari: Alonso vale oro

Formula 1: la Ferrari giudica positivamente il terzo posto di Fernando Alonso nel Gran Premio del Giappone di F1 2010 perché consente di restare attaccato in classifica alle Red Bull

da , il

    F1 in Giappone, Ferrari: Alonso vale oro

    Il terzo posto di Fernando Alonso nel Gran Premio del Giappone vale moltissimo. Per certi versi vale come una vittoria. Non a caso il clima in casa Ferrari è piuttosto disteso sebbene Mark Webber abbia allungato il vantaggio in classifica ed il pilota spagnolo sia stato raggiunto da Sebastian Vettel. Il punto è che la F10 ha mostrato la sua vera faccia: una macchina ottima che pecca solo nei cambi di direzione veloci. Ciononostante ha concluso la corsa di Suzuka vicinissima alle Red Bull ed ha tenuto dietro, tagliandole fuori dai giochi, le due McLaren di Button e Hamilton.

    FERRARI. Era impossibile stare davanti alle Red Bull. Come in Ungheria. Lì, grazie alla scelleratezza di Vettel, Alonso riuscì a prendere un secondo posto. Stavolta i due scudieri del bibitaro Mateschitz hanno fatto tutto alla perfezione ed Alonso si è dovuto accontentare di un terzo posto tutt’altro che da buttare. In un terreno decisamente ostico per la F10, il distacco sul traguardo è stato limitatissimo. Ciò fa ben sperare per le prossime gare. Inoltre, le McLaren non hanno impensierito e si sono quasi autoeliminate dalla lotta per il titolo. Il bicchiere in casa Ferrari è decisamente mezzo pieno.

    STEFANO DOMENICALI. “Voglio fare un elogio alla squadra, che ha lavorato in maniera impeccabile in una giornata particolare, con qualifiche e gara svolte una dopo l’altra - ha ricordato il team principal del Cavallino – Sapevamo che su questa pista le Red Bull erano molto forti. Questo terzo posto rappresenta quindi un ottimo risultato, in linea con la nostra tabella di marcia che ci permette di restare in piena lotta per il campionato Piloti”. Il tasto dolente è Felipe Massa che non ha contribuito neanche stavolta in maniera significativa ad accumulare punti nella classifica dei costruttori. “Ci dispiace molto per il nostro pilota - ha detto Domenicali parlando di Massa – che, nonostante una posizione in griglia non positiva, aveva tutto il potenziale per fare una buona gara. Mancano tre Gran Premi alla fine di un campionato incertissimo: sarà fondamentale rimanere concentrati e dare il massimo, giorno dopo giorno”.

    MONTEZEMOLO. I complimenti al lavoro della squadra arrivano anche dal Presidente Montezemolo che in una telefonata a Domenicali ha detto:“Sapevamo che in questa gara la Red Bull era praticamente insuperabile ma noi abbiamo portato a casa il massimo risultato possibile con Fernando, che rimane in piena lotta per il titolo. La squadra ha lavorato bene, con impegno e concentrazione”. Montezemolo tira fuori il pallottoliere e ricorda:“Nelle ultime sei gare, il nostro pilota ha ottenuto tre successi, un secondo e un terzo posto, facendo più punti di tutti. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di salire sempre sul podio.”