F1, Kubica-Williams: accordo sì ma come terzo pilota

Kubica vicino alla firma con Williams per la stagione 2018 di F1 ma solo come terzo pilota. Sirotkin preferito non solo per via dei soldi

da , il

    F1, Kubica-Williams: accordo sì ma come terzo pilota

    Si va diradando la nebbia attorno al destino di Robert Kubica. Il polacco vuole tornare ad essere pilota di Formula 1 ed ha dato prova delle sue ritrovate qualità girando con Renault e Williams. I francesi prima e gli inglesi poi, però, pare non siano rimasti al 100% convinti delle sue doti tant’è che hanno virato su altre opzioni.

    Se la scelta della Renault di puntare su Sainz può essere comprensibile, appare meno logica quella della Williams di scommettere su Sirotkin. La spiegazione data dietro le quinte dai tecnici di Grove è che il russo, oltre ad avere una valigia di sponsor capaci di valere circa 20 milioni contro la metà di quelli di Kubica, si è mostrato più a suo agio con le nuove gomme Pirelli. Proprio per questa ragione, vale a dire per consentire a Kubica di fare altra esperienza, la Williams starebbe pensando di ingaggiarlo lo stesso ma nel ruolo di terza guida.

    Guarda anche:

    Williams F1 2018: Stroll, Sirotkin e… Kubica

    I dollaroni della SMP Racing hanno consentito a Sergey Sirotkin di battere la concorrenza di Robert Kubica per il secondo sedile Williams per la stagione 2018 di Formula 1. Ci sarà il russo accanto a Lance Stroll. L’annuncio ufficiale è atteso a giorni.

    Secondo i francesi de L’Equipe, Kubica potrebbe comunque avere un ingaggio nel ruolo di terzo pilota. Questo gli permetterà di effettuare altri test e, chissà mai, prendere parte a qualche sessione di prove libere.

    La mossa ha senso. Consente alla Williams di sfruttare l’interesse mediatico attorno al pilota polacco senza rinunciare ai soldoni provenienti dagli sponsor di Sirotkin. Non solo, se è vero che Kubica ha bisogno di girare ancora per prendere confidenza con le nuove gomme Pirelli, molto diverse da quelle con cui ha corso nella sua precedente carriera in Formula 1, la possibilità di fare da terza guida andrebbe incontro anche a questa esigenza.

    Pirelli, Isola:”Kubica ha poca esperienza con nostre gomme”

    Il più esplicito e attendibile nel raccontare i problemi di adattamento patiti da Robert Kubica con le nuove gomme Pirelli è stato Mario Isola. Il capo del settore corse dell’azienda milanese ha dichiarato a racer.com:“Robert ha molta esperienza anche se non guidava una F1 da molto tempo e si è fatto una precisa idea delle nuove gomme ma, mancando da 6-7 anni dal Circus ha dovuto affrontare una situazione completamente diversa dovendo gestire un carico aerodinamico mai avuto prima. Non si può chiedere ad un pilota di adattarsi immediatamente a nuove gomme quando si fa il paragone con altri che hanno alle spalle molti chilometri e molti test. Credo sia un pilota ancora molto competitivo ma che ha bisogno di tempo.”