F1, Liberty Media: “Avanti anche senza Ferrari”

Prosegue il braccio di ferro tra Ferrari e Liberty Media per i nuovi regolamenti della F1 dal 2021

da , il

    F1, Liberty Media: “Avanti anche senza Ferrari”

    La scelta della Ferrari di criticare e opporsi alla direzione che la Formula 1 vuole prendere nel futuro a medio-lungo periodo continua a far discutere. Liberty Media pare avere le idee chiare e la forza di portarle avanti anche senza l’approvazione del Cavallino Rampante.

    Ma la Formula 1 può davvero fare a meno della Ferrari? E la Ferrari può fare davvero a meno della Formula 1? Il dilemma va avanti da almeno un paio di decenni Quando c’era Bernie Ecclestone, la Rossa aveva possibilità di fare la voce grossa prendendosi anche una bella fetta degli introiti derivanti dai diritti commerciali. Ora lo scenario pare voler cambiare. Tant’è che Ross Brawn, direttore di Liberty Media, ha dichiarato:“Abbiamo grandi piani per la Formula 1 e andremo avanti anche senza Ferrari”.

    Guarda anche:

    Brawn:”Disposti a trattare con Ferrari ma entro certi limiti”

    Intervistato da Sky Sports, Ross Brawn ha parlato della visione che ha Liberty Media della nuova Formula 1 citando le critiche provenienti da Marchionne e mostrando i muscoli:“Siamo d’accordo che ci sono degli aspetti che fanno parte del DNA della Formula 1 e che vanno conservati ma ci sono anche aspetti che vanno corretti e speriamo che questi consentano a loro di restare. La Formula 1 andrà avanti indipendentemente dalle squadre che ci sono dato che già in passato ha retto alla perdita di grandi campioni anche tragicamente, per cui potrà sopportare anche la perdita della Ferrari”.

    Ross Brawn alza l’asticella ma, al tempo stesso, è deciso a cercare un compromesso con la Ferrari:“Vogliamo trovare soluzioni anche con il loro coinvolgimento ma dobbiamo restare all’interno di certi parametri. Non possiamo andare troppo oltre indipendentemente che a chiedercelo sia la Ferrari o la Mercedes o la Renault, etc. Questo sport non può essere gestito seguendo la volontà di un solo attore”.

    F1 del futuro: le novità di Liberty Media

    Liberty Media sta lavorando a 360° sulla Formula 1. Alcune novità si potranno vedere già dalla prossima stagione. Su altre abbiamo a che fare con un cantiere completamente aperto.

    Una delle ultime idee partorite dal detentore dei diritti commerciali della F1 è quella di sfruttare il sistema Halo che debutterà quest’anno per approvi un display LCD in grado di mostrare messaggi pubblicitari ma forse anche solo di comunicazione per i fans. Verosimilmente, non si vedrà qualche esperimento in merito prima della metà del 2018.

    Altro filone che sta scaldando il dibattito invernale è quello delle grid girls. Inizialmente sembrava che dovessero sparire sull’altare del politicamente corretto. Fortunatamente, l’allarme pare rientrato. Anche loro fanno parte della cultura della Formula 1 e son ben fiere di starci. Casomai, all’opposto, meritano maggior spazio:“Vogliamo rendere le grid girls più importanti all’interno dell’evento - ha affermato il responsabile delle sponsorizzazioni della F1 Murray Barnett – vogliamo che siano più coinvolte anziché stare solo a reggere un cartello”. Barnett ha anche rivelato che è aperto un dibattito interno sull’opportunità di avere una Formula 1 tutta al femminile.

    Ultimo e più importante terreno di ragionamento da parte di Liberty Media riguarda il format dei Gran Premi. Le idee sono molte. Innanzitutto, secondo Brawn, si potrebbero abolire le prove libere del venerdì e creare nuovi spazi per mettere i fans a contatti con i protagonisti. Il britannico, invece, è scettico sulla possibilità di ridurre la distanza dei GP:“Sono conservativo se penso al format delle gare e credo che la durata sia giusta così come credo che le qualifiche funzionino abbastanza bene. Sono altri gli aspetti su cui si dovrebbe intervenire”.