F1, Regolamento sportivo e tecnico 2014/2015: le modifiche della Fia

La Fia specifica alcune modifiche al Regolamento Sportivo e a quello Tecnico per il mondiale di F1 2014 e 2015

da , il

    F1, Regolamento sportivo e tecnico 2014/2015: le modifiche della Fia

    Si è riunito a Ginevra, il World Motorsport Council della Fia. Perché? Per ratificare alcuni provvedimenti già annunciati nei mesi scorsi e proporne di nuovi. Regolamento tecnico e regolamento sportivo sotto la lente d’ingrandimento, sia relativamente alla stagione pronta al cancelletto di partenza che alla prossima.

    Restando alla stretta attualità, sono state specificate le modalità con cui dovrà scontarsi la nuova penalità in possesso dei commissari, quella dei 5 secondi: dovrà effettuarsi prima di un pit-stop.

    Altro intervento sul regolamento sportivo 2014 è legato all’obbligo di indossare il casco sia in qualifica che in gara per il personale del team.

    Inoltre, si mette un punto fermo sulla pratica delle monoposto fermate in pista nel giro di rientro ai box, per consentire l’analisi della benzina da parte dei commissari.

    Non sarà più ammessa come giustificazione, visto l’obbligo di rientrare in pitlane per il prelievo del carburante. C’è un adattamento anche al peso minimo delle monoposto, dettato dalle nuove gomme Pirelli, leggermente più pesanti rispetto al 2013, anno in cui già avevano subito un incremento: da 690 kg, il peso minimo passa a 691. Questo in attesa del 2015. quando si oltrepasserà la barriera dei 700 kg, perché è stato ratificato un ulteriore aumento di 10 kg.

    La stagione d’esordio dei motori turbo pone i team davanti a tante incognite e imprevisti sull’affidabilità generale. Per questo motivo – e unicamente nel 2014 – diventano 6 le eccezioni consentite al “coprifuoco”, ovvero, il periodo di tempo nel quale nessun componente del team può trovarsi in circuito. Sei occasioni per lavorare sulle monoposto.

    GOMME AL FREDDO – Detto dell’aumento di peso previsto per il prossimo anno, c’è un’altra norma che è destinata a sollevare non poche polemiche: l’abolizione delle termocoperte. Tra i provvedimenti torna quello avanzato pochi anni fa e sonoramente bocciato dai piloti, impossibilitati a girare in sicurezza con gomme fredde appena fuori dai box. La Fia prova nuovamente a far passare la norma, tuttavia, c’è tempo e margine per polemiche e adattamenti.

    L’ultima novità regolamentare in ottica 2015 riguarda la tecnica: sarà vietato un grande dislivello tra la parte superiore del cockpit – quella per intenderci dove vengono ancorate le sospensioni anteriori – e il muso della monoposto, per ragioni di sicurezza.

    Riduzione dei costi

    Se ne parla da anni, senza che ancora si sia visto concretamente un taglio netto alle spese. Il World Motorsport Council della Fia riunitosi a Ginevra ha deliberato la creazione di una commissione incaricata di studiare obiettivi e compiti della Federazione nell’ottica di abbattere le spese. Verranno create anche due sottocommissioni, presiedute da Brian Gibbons e Graham Stoker.