F1 Test Barcellona 2020, Day 1: doppietta Mercedes con Hamilton al comando, Leclerc solo 11° con la Ferrari

Nella prima giornata è il pilota della Mercedes a guidare il gruppo precedendo Bottas e Perez. Attardata la Rossa con il monegasco al volante

da , il

    La Formula 1, con i test di Barcellona 2020, è entrata ufficialmente nel vivo: tutti i team, infatti, sono scesi sul tracciato catalano per iniziare a girare con le proprie monoposto per cominciare a capire limiti e pregi delle nuove vetture. Un assaggio di quello che sarà la stagione con Mercedes già a guidare il gruppo e una Ferrari poco attenta – almeno per ora – al riscontro cronometrico con Charles Leclerc, in macchina al posto di Sebastian Vettel influenzato, a preoccuparsi soprattutto di conoscere a fondo il comportamento dell’auto.

    #DEVA_ALT_TEXT#lewis hamilton
    Foto Getty images | di Mark Thompson

    Mercedes avanti con Hamilton, Ferrari insegue

    A far segnare il miglior tempo è stato Lewis Hamilton, autore del giro più veloce con il tempo di 1:16.976, già quasi un secondo meglio del crono fatto segnare da Sebastian Vettel con la Ferrari nella prima giornata dalla passata stagione. Il britannico al volante della Mercedes si è messo in evidenza non solo per aver fatto segnare il miglior tempo, ma anche per aver percorso ben 94 giri di pista in un solo pomeriggio. Secondo posto, invece, per il suo compagno di squadra Valtteri Bottas che l’ha ottenuto al mattino mentre, un po’ a sorpresa, al terzo posto si issa quella che può essere considerata quasi una seconda Mercedes come la Racing Point guidata da Sergio Perez, capace di chiudere nelle zone nobili della classifica grazie a una vettura che utilizza molte delle soluzioni proposte dalla scuderia campione del mondo l’anno scorso: il messicano è riuscito a mettersi ad appena 62 millesimi da Bottas, segno evidente del potenziale della vettura rosa. Quarto posto, poi, per la Red Bull di Verstappen, vero e proprio stakanovista di giornata con ben 168 giri percorsi.

    Giornata positiva anche per l’Alpha Tauri che con Daniil Kvyat si prende la quinta posizione precedendo la McLaren di Carlos Sainz e le due Renault di Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon. Solo 11° tempo, invece, per Charles Leclerc con la Ferrari, finito dietro anche alla Williams di George Russel e alla Racing Point di Lance Stroll: evidente come la scuderia italiana, che accusa un ritardo dal leader Hamilton di ben di 1,3 secondi, non abbia voluto spingere alla ricerca del tempo coprendo 132 tornate e limitandosi a svolgere il normale lavoro programmato per conoscere al meglio le risposte della vettura. A chiudere la classifica, infine, ci sono la Williams di Latifi, l’Alfa Romeo Racing di Robert Kubica, la Haas di Kevin Magnussen e Antonio Giovinazzi, sceso in pista solo nella sessione pomeridiana