F1 Test Barcellona 2020, Day 2: Ferrari indietro, svetta Raikkonen. Giallo sul volante Mercedes

Nella seconda giornata di test è Kimi Raikkonen con l'Alfa Romeo Racing, ma a tenere banco è il meccanismo della Mercedes che modifica l'angolo di convergenza delle ruote anteriori

da , il

    kimi raikkonen test

    La Formula 1, nei test di Barcellona 2020, è scesa di nuovo in pista sul tracciato catalano per continuare l’avvicinamento alla stagione: il secondo giorno non ha regalato novità significative sui tempi con i team principali ancora a lavorare sull’affidabilità lasciando così spazio alle scuderie di seconda fascia con Kimi Raikkonen a prendersi la scena davanti a Sergio Perez con Racing Point e Daniel Ricciardo con Renault. A suscitare particolare interesse, però, è stata la Mercedes che, come mostrato dalle immagini dell’on board di Lewis Hamilton, sembra aver un meccanismo collegato al volante che, tramite un movimento longitudinale, andrebbe a modificare l’angolo di convergenza delle ruote anteriori in fase di frenata.

    Il volante Mercedes è irregolare?

    #DEVA_ALT_TEXT#lewis hamilton
    Foto Getty images | di Peter Fox

    Una soluzione, quella adottata dalla Mercedes, che consentirebbe di ottenere vantaggi importanti nella gestione degli assetti e dell’usura dei pneumatici: fosse così quella della scuderia campione del mondo potrebbe essere già il punto di svolta tecnica della stagione prima ancora di cominciarla. L’anomalo movimento dello sterzo, infatti, è stato notato sul rettilineo d’arrivo quando Hamilton ha tirato verso il proprio petto il volante provocando un contemporaneo spostamento delle due ruote anteriori che hanno mostrato una convergenza verso l’interno. Poi, in fondo al rettilineo stesso, l’inglese ha fatto tornare il volante nella posizione originale. Dovrà essere la Federazione a stabilire se il meccanismo in dotazione alle Frecce d’argento sia omologabile o meno anche se sembra che sia già stato dichiarato regolare, anche se resta ancora da sciogliere il nodo sicurezza per il pilota.

    Tempi e classifica dei test

    Dal punto di vista cronometrico, invece, è stata una giornata interlocutoria con le scuderia di seconda fascia a recitare la parte del leone e le big attardate. A spuntarla su tutte è stata l’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen che ha chiuso in testa fermando il cronometro sull’1:17.091 che gli ha permesso di precedere la Racing point di Sergio Perez e la Renault di Daniel Ricciardo. Indietro, invece, Mercedes e Ferrari con la Rossa di Charles Leclerc a siglare il 8° tempo a fine giornata – il 6° alla pausa pranzo prima di lasciare la SF100 – e il compagno di squadra Sebastian Vettel a chiudere 6° di giornata. Più indietro, invece, la Mercedes con Lewis Hamilton 9° e Valtteri Bottas, salito alla guida nel pomeriggio a chiudere ultimo; nessuna delle due scuderie, però, si è concentrata sulla ricerca del tempo migliore finendo per lavorare per tutta la giornata su affidabilità e passo gara.

    #DEVA_ALT_TEXT#kimi raikkonen