F1 Test Barcellona 2020, Day 3: problemi per la Ferrari di Vettel, Mercedes ancora in testa

Il tedesco è stato fermato da un problema alla propria powerunit che l'ha costretto a modificare il proprio programma di lavoro. Davanti a tutti c'è ancora la Mercedes con Bottas che precede Hamilton e Ocon

da , il

    I test di Barcellona 2020 della Formula 1 evidenziano, almeno per il momento, un divario nettissimo tra Ferrari e Mercedes, le due scuderie che si giocheranno il mondiale 2020: da una parte le Frecce d’argento sembrano già poter fare il bello e cattivo tempo a proprio piacimento tanto da aver presentato un novità rivoluzionaria come il DAS – il sistema che modifica l’angolo di sterzata delle ruote anteriori attraverso un movimento longitudinale del volante – in grado di creare un divario ancora più netto e dell’altra la Rossa, indietro nei tempi e costretta, nella mattinata, a fermarsi con Sebastian Vettel che ha accusato un problema alla power unit che ha costretto il tedesco a concludere in anticipo la sessione tornando solo nel pomeriggio

    Allarme in casa Ferrari, Vettel costretto a fermarsi

    #DEVA_ALT_TEXT#sebastian vettel test 2020
    Foto Getty images | di Rudy Carezzevoli

    Un contrattempo, quello accusato dalla SF1000, che ha fatto scattare l’allarme in casa Ferrari: il tedesco, dopo essere rimasto ai box a causa di una sindrome influenzale nel primo giorno, era pronto a compiere giri in sequenza per acquisire il feeling necessario con la nuova vettura quando, all’improvviso, la power unit si è ammutolita lasciandolo a piedi e costringendolo a parcheggiare la sua SF1000 in corrispondenza della curva 12 del tracciato catalano. L’unità danneggiata, quindi, sarà spedita ora a Maranello per effettuare le analisi necessarie e capire cause ed entità del danno, arrivato dopo appena 294 – pari a circa 1350 chilometri -, con i meccanici che hanno lavorato anche durante la pausa per montare un nuovo propulsore e rimandare così Vettel in pista nel pomeriggio.

    Tempi e classifica dei test Barcellona 2020

    Chi, invece, non sembra conoscere intoppi è la Mercedes che prosegue il suo lavoro senza particolari problemi: a siglare il miglior tempo, infatti, è stato ancora una volta Valtteri Bottas in 1:15.732 fermando il cronometro su un tempo di poco superiore alla pole position della passata stagione. Alle spalle della Freccia d’argento guidata dal finlandese, poi, ecco la vettura gemella di Lewis Hamilton che, subentrato nel pomeriggio al compagno di squadra, non è riuscito a superarlo piazzandosi immediatamente alle sue spalle. Terzo tempo, invece, per la Renault di Esteban Ocon, bravo a chiudere davanti alla Racing Poin guidata da Lance Stroll e all’Alpha Tauri di Daniil Kvyat. Ottima la prestazione anche di Antonio Giovinazzi, capace di portare l’Alfa Romeo Racing al sesto posto percorrendo più giri di tutti (ben 152) mettendosi alle spalle si Ricciardo sia Verstappen. Solo 13°, invece, Vettel con la Ferrari che, dopo il problema accusato al mattino, è tornato in pista soprattutto per testare il passo sui long run.