FELICE Massa!

da , il

    FELICE Massa!

    A 3 settimane dall’Ungheria un’altro nuovo nome entra nell’albo dei vincitori di un GP. E’ Felipe Massa.

    Felice di nome, e di fatto! Anzi raggiante…

    Una bella vittoria la sua. Limpida, mai in discussione e – soprattutto – meritata!

    In casa Ferrari resta l’amaro per quello che poteva essere e non è stato. Resta l’amaro per aver visto Schumi comportarsi esattamente come il peggior Massa della stagione: incapace di tenere dietro Alonso e incappato in qualche sbavatura di troppo sia in qualifica che in gara.

    Per cui le celebrazioni stanno avendo un gusto agrodolce per gli uomini di Maranello.

    Decisamente gustose, invece, lo sono per il diretto interessato. Massa è consapevole di essersi meritato molto di più che una vittoria.

    Ha raggiunto il suo obiettivo stagionale e, di più, ha dimostrato di essere un pilota vincente. Partire dalla pole, controllare gente come Alonso e Schumacher e salire sul gradino più alto del podio non è da tutti. Ora ci sarà bisogno di confermarsi per aspirare a raggiungere nei prossimi anni l’obiettivo massimo. Ma con una prestazione a questi livelli sembra proprio che il pilotino abbia trovato la strada giusta.

    A fine gara, mentre Schumi assisteva al funerale delle sue ambizioni, Massa esultava noncurante. Quasi irriverente.

    Qualcuno lì per lì avrà storto il naso. Il brasiliano, però, sapeva benissimo che senza quella vittoria le cose sarebbero andate persino peggio per il suo caposquadra.

    E allora: non è andata secondo le aspettative. Anzi, vedendola da quel punto di vista e stato un week-end decisamente negativo: ma potevano andare molto peggio. Per cui che si continuino i festeggiamenti. Perché tra due settimane ci sarà Monza, una festa da onorare, un annuncio da ufficializzare e un nuovo roseo futuro verso il quale guardare…