Fernando Alonso alla conquista dell’America, correrà la 500 Miglia di Indianapolis con McLaren

Lo spagnolo sarà in pista con la McLaren il prossimo 24 maggio: sarà la sua terza esperienza nella classica a stelle e strisce nella quale cercherà di conquistare la Tripla Corona

da , il

    fernando alonso le mans

    Fernando Alonso, dopo le passate esperienze non troppo fortunate, tornerà a correre la 500 Miglia di Indianapolis, una delle corse più famose del mondo: il pilota spagnolo, infatti, il prossimo 24 maggio sarà al via della gara endurance che si disputa ogni anno negli Stati Uniti al volante della McLaren per cercare di conquistare la Tripla Corona, ossia il riconoscimento che si assegna al pilota che nel corso della sua carriera vince il mondiale di Formula 1, la 24 Ore di Le Mans e appunto la gara americana. Un’impresa, prima d’ora, riuscita solo a Graham Hill.

    L’ex Ferrari correrà con McLaren

    Il pilota di Oviedo, due volte campione del mondo in F1 e iridato lo scorso anno nel WEC, sarà impegnato nel catino dell’Indiana il prossimo 24 maggio. L’ex pilota della Ferrari, quindi, scorrerà con una vettura del team Arrow McLaren; sarà per lui la terza volta nella classica americana dopo quella del 2017, terminata con un ritiro dopo il quinto posto in qualifica e una gara per gran parte condotta in testa, e la clamorosa mancata qualificazione dello scorso anno. Un sogno, quello della Tripla Corona, che continua a muovere i passi di Alonso, deciso più che mai a centrare l’obiettivo: “Sono un pilota e la Indy 500 è la gara più prestigiosa del mondo. Ho il massimo rispetto per questa gara e per tutti coloro che vi partecipano e tutto quello che voglio fare è correre contro di loro e dare il massimo, come sempre. È stato importante per me esplorare le mie opzioni per questa gara, ma la McLaren è sempre stata al top. Ho un rapporto speciale con loro, abbiamo passato molto insieme e questo crea un legame” sono state le parole di Alonso al momento della firma.

    Lo spagnolo sarà al volante della McLaren con il numero 66, lo stesso utilizzato nella passata edizione. A cambiare, però, sarà il team visto che McLaren scenderà in pista in tutte le gare del campionato IndyCar con il duo O’Ward-Askew, mentre nelle due precedenti avventure di Alonso la 500 Miglia di Indianapolis era stata l’unica corsa alla quale la squadra aveva preso parte. La vettura, inoltre, potrà disporre di una motorizzazione Chevrolet che dovrebbe garantire ad Alonso una preparazione alla gara decisamente migliore rispetto a quella del 2019. Le prerogative per riuscire nell’impresa sembrano esserci tutte, Alonso è pronto alla nuova sfida per coronare finalmente il sogno di conquistare la Tripla Corona.