Fernando Alonso contro la FIA

Fernando Alonso si scaglia contro la FIA minacciando il ritiro dalla Formula 1 nel caso in cui passi la regola del motore unico

da , il

    “Se passa il motore unico, mi ritiro!”. Con queste parole Fernando Alonso mette in chiaro la sua opinione in relazione alla nuova norma sui propulsori standard che la FIA pensa si introdurre a partire dal 2010. Poi lancia una frecciatina a Briatore:“Dice che nel 2009 saremo competitivi? Speriamo. Secondo lui, però, dovevamo esserlo anche quest’anno…”

    MOTORE UNICO. “Il motore unico sarebbe la classica goccia che fa traboccare il vaso!”. Sembrava che il Fernando Alonso della nuova era avesse perso il vizio di dire apertamente ciò che pensava. Niente affatto. Come quando a Monza 2006 se ne uscì con rabbiose dichiarazioni contro la FIA, ricorderete il suo celebre sfogo “la F1 non più uno sport”, adesso entra di nuovo a gamba tesa contro la Federazione, accusandola di fare male il suo lavoro: “Stiamo facendo passi indetro da un punto di vista tecnico. Nel 2005 avevamo un motore V10 da 1000 cavalli: questo è emozionante per un pilota, la Formula 1 al limite. Siamo passati dall’automobolismo del futuro a macchine senza controllo di trazione e senza elettronica. A guardarle, sembrano monoposto del passato”.

    MACCHINA COMPETITIVA. Il due volte campione del mondo conferma il suo spirito battagliero anche rivolgendosi al suo team manager Flavio Briatore che nei giorni scorsi gli aveva promesso una monoposto vincente per la stagione 2009:“Flavio è il primo ad entusiasmarsi. Lo ha fatto anche negli ultimi due anni, con una macchina che non andava bene… Non so se il suo ottimismo sia una buona notizia…Flavio è unico, dà forza e morale a tutti. Però a volte quello che dice non va preso troppo sul serio…”. Secondo Alonso, comunque, i presupposti per una stagione da protagonista ci sono tutti:“Nella fase finale del 2008 abbiamo colmato il gap rispetto alle altre squadre e io non sono andato via dalla Renault: questa è una squadra che fa le cose sul serio, qui si sta bene – ammette l’asturiano che si avventura in un pronostico sui valori in campo del 2009 – Ferrari e McLaren partono davanti, come sempre. Ci saranno una o due sorprese: nel 2008 è stata la Bmw. Nella prossima stagione, un paio di squadre daranno filo da torcere”.