Fernando Alonso: Renault o ancora McLaren? E se Hamilton non lo vuole, Dennis cosa fa?

piloti, f1, 2008, alonso, mclaren

da , il

    Fernando Alonso: Renault o ancora McLaren? E se Hamilton non lo vuole, Dennis cosa fa?

    Probabilmente parleremo a vanvera fino al termine della stagione. Qualcosa, però, la si può anticipare. Si può dire, ad esempio, che Fernando Alonso non andrà in Ferrari nel 2008, che Flavio Briatore lo vuole e che Lewis Hamilton no! Si può dire, infine, che Ron Dennis può o meno dar retta al suo fenomeno Se sì, il boss della McLaren potrebbe persino tenerlo fuori per un anno o più dalle corse.

    Andiamo per gradi. Jean Todt, bello e impossibile, dichiara:“Alonso non verrà alla Ferrari nel 2008. E’ sicuro al 100%. Noi abbiamo dei contratti e li rispettiamo. Rispetto i contratti delle donne che fanno le pulizie nella nostra azienda, figuriamoci se non rispetto quello dei nostri piloti!”. L’AD francese, però, pochi giorni prima aveva ritrattato delle vecchie dichirazioni di chiusura totale:“Tra me ed Alonso ci sono stati problemi in passato perché lui riufiutò una nostra proposta, ma ammetto che è un gran pilota e se per il bene della squadra si dovesse prendere (vale a dire se Montezemolo me lo imponesse, ndr) lo farei senza problemi. Il mio obiettivo è il bene della squadra”.

    Passiamo ora a Flavio Briatore, per l’occasione nel ruolo di corteggiatore:“Sì è vero, siamo interessati ad avere con noi Fernando. Sarebbe stupido non rivolere un così grande campione, così come sarebbe stupido non garantirgli che da noi sarebbe la prima guida. Prima, però, della fine della stagone vedo difficile poter sbloccare la situazione”.

    Concludiamo con Ron Dennis in versione “c’eravamo tanto amati” ma passando prima per Lewis Hamilton. Il pilota anglocaraibico fa un po’ quel che vuole. Mette persino in giro la voce totalmente falsa che Alonso sarebbe andato alla Ferrari. Molti gli danno pure credito. La vera notizia è che Hamilton sta lavorando molto e duramente per fare altra terra bruciata attorno allo spagnolo. Lo ha detto chiramente:“Voglio essere io il numero 1 incontrastato in McLaren dal prossimo anno e per i tempi a venire…”. Hamilton teme Alonso. Sa di cosa è capace, Per questo lo vedrebbe bene altrove. Alla Renault, ad esempio, sarebbe meno innocuo. In un altra macchina, in ogni caso, eviterebbe il confronto diretto.

    Questi argomenti da una parte fanno presa sull’animo gentile di Ron Dennis ma dall’altra gli risultano totalmente indifferenti. Perché mai, infatti, Dennis dovrebbe regalare alla Renault il vantaggio di avere un campione del genere?

    Molto meglio, allora, fargli rispettare il contratto e paradossalmente, tenerlo in naftalina per un anno. Per Alonso, però, starsene un anno fermo sarebbe inaccettabile:“Io voglio correre il prossimo anno e lo farò sicuramente - ha spiegato lo spagnolo - non posso permettermi di stare un anno fermo perché cambieranno molte cose a livello di regolamenti e rischierei di restare troppo indietro qualora rientrassi dopo una così lunga pausa”.

    Le alternative per lo spagnolo, quindi, restano Renault o McLaren. La trattativa per passare ai francesi, però, è più che ardua. Per cui, alla fine Alonso resterà alla McLaren almeno per un altro anno ma dovrà accettare un ruolo di secondo piano. E chissà che in una posizione più marginale, dove nulla gli è dovuto, non finisca col prendersi una clamorosa rivincita…