Ferrari: con le novità tecniche Alonso è più lento di Massa

da , il

    Ferrari: con le novità tecniche Alonso è più lento di Massa

    A poco più di 24 ore dalla prima sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile 2012 di Formula 1, ultima e decisiva prova del mondiale, dalla Spagna arrivano delle conferme in merito a quanto visto in pista ad Austin: la Ferrari di Fernando Alonso, equipaggiata con le ultime novità tecniche sfornate da Maranello, è andata più piano di quella di Felipe Massa che, invece, aveva una configurazione del diffusore più tradizionale. Questa è una bella grana in vista della gara di Interlagos. Ora è obbligatorio essere perfetti. E potrebbe non bastare. Avere altri dubbi su quale strada prendere, può essere decisamente pericoloso. Ricordiamo che la scuderia italiana non solo deve provare a battere Sebastian Vettel per vincere il titolo piloti ma deve anche difendere il secondo posto in classifica costruttori dall’insidiosa McLaren. In ballo ci sono 10 milioni di dollari di premio.

    Ferrari: vecchio diffusore meglio del nuovo

    I test aerodinamici fatti dalla Ferrari ad Idiada prima del GP degli USA non avevano dato risultati incoraggianti. Eppure Fernando Alonso ha voluto usare il nuovo step aerodinamico portato ad Austin. Il risultato non è stato brillante: per la prima volta in stagione, lo spagnolo ha fatto peggio di Massa sia in qualifica che, virtualmente, in gara. “Le nostre macchine erano identiche a parte il diffusore – ha confermato il brasiliano al giornale Marca – io ho deciso di usare il vecchio”. Alonso ha ricordato:“Non sempre le ultime componenti sono anche le migliori”. Forse per la smania di tirare fuori un coniglio dal cilindro, forse in preda alla disperazione, però, lo spagnolo ha deciso di rischiare la nuova configurazione. Ora, per il Gran Premio del Brasile, ci saranno da fare ulteriori verifiche. Su una pista diversa e con un weekend di esperienza in più alle spalle, non è detto che il nuovo diffusore sia ancora da buttare.

    FOTOGALLERY GP BRASILE 2012 – GIOVEDI’ PRE-GARA – INTERLAGOS

    McLaren: obiettivo secondo posto tra i costruttori

    La McLaren si è dimostrata complessivamente più performante della Ferrari ma decisamente più fragile. Senza alcuni clamorosi ritiri, ad esempio, Lewis Hamilton avrebbe potuto impensierire fino all’ultima gara Sebastian Vettel molto più di quanto non stia facendo Fernando Alonso. Classifica alla mano, però, la Rossa è davanti di 14 punti. Di soli 14 punti, sarebbe più corretto affermare. In ballo ci sono, oltre al prestigio, ben 10 milioni di dollari in palio:“Il titolo Costruttori garantisce al team molti soldi - ha affermato Jenson ButtonPossiamo battere la Ferrari ma abbiamo bisogno di un weekend perfetto. Siamo un team molto competitivo e, visto che non possiamo più battere la Red Bull, possiamo provarci con la Ferrari”. Chi ha qualche motivazione extra per dare il 120% è Hamilton. Sarà la sua corsa d’addio. Forse l’ultima, almeno per qualche anno, al volante di una monoposto in grado di fargli vincere delle gare:“In Brasile ho disputato gare epiche e stavolta ho promesso che darò tutto quello che ho ad ogni giro. Vorrei vincere per fare un regalo al team” ha promesso.