Ferrari: difficile che Massa non finisca il 2012

Formula 1: Felipe Massa ancora sotto pressione

da , il

    Ferrari: difficile che Massa non finisca il 2012

    Secondo alcune indiscrezioni, Felipe Massa sarebbe a rischio. Se il brasiliano non tirerà fuori una gran bella prestazione nel prossimo Gran Premio di Monaco, la Ferrari potrebbe pensare ad una sua sostituzione. Con chi? Con uno dei piloti in orbita Force India, vale a dire Paul di Resta o Nico Hulkenberg. Di questo si parlava nel paddock del Gran Premio di Spagna dove Adrian Sutil, ex pilota di Vijay Mallya, ammetteva di essere vicino ad un ritorno al volante. Forse proprio nel team indiano come sostituto di uno degli attuali titolari a sua volta in partenza per Maranello? Dalla scuderia italiana smentiscono. O meglio, hanno già smentito a suo tempo: Massa non si tocca. Non si tocca punto e basta. Il suo futuro non sarà più Rosso. Ma dal 2013.

    Ferrari: Sutil porta scompiglio

    Ci ha pensato Adrian Sutil a creare scompiglio. Il pilota tedesco, appiedato dalla Force India nel 2011, è stato nuovamente avvistato nel paddock in compagnia del suo manager Manfred Zimmermann. Intervistato dai connazionali di RTL, ha dichiarato:“E’ importante essere qua. Spero che le cose comincino a muoversi. E’ ancora presto ma credo che certe situazioni possano sbloccarsi molto velocemente”. A cosa stava facendo riferimento Sutil? Secondo alcuni, il suo obiettivo è tornare in Force India per ricoprire il sedile lasciato libero da uno tra Hulkenberg e Di Resta qualora siano chiamati a loro volta dalla Ferrari per sostituire Felipe Massa.

    Domenicali non difende Massa

    Qualcosa è cambiato in casa Ferrari. L’atteggiamento paternalistico, ben incarnato dalle parole di Montezemolo del 2010 e del 2011, ha lasciato spazio alla freddezza. Felipe Massa non viene più trattato come l’anello debole della catena ma come un professionista dal quale si pretende ciò che al momento non sta arrivando. Tanti segnali mostrano che la scuderia del Cavallino Rampante ha deciso di non puntare più su di lui per gli anni a venire. Questo lo sappiamo. Ed è di questo, semmai, che si deve parlare. Un suo eventuale allontanamento immediato da Maranello, invece, è – ad oggi – pura fantasia. “Al Montmelò Felipe è stato molto sfortunato, sia in gara e in qualifica, ma tutti, lui più di chiunque altro, si aspettano un cambio di marcia, partendo subito con il Gran Premio di Monaco”, ha dichiarato Stefano Domenicali dopo aver lasciato intendere che aver raccolto solo due punti in classifica contro i 61 di Fernando Alonso rappresenta un risultato inaccettabile, da qualunque punto di vista lo si guardi.